fbpx
Cronache

Allarme meningite, Codacons presenta esposto

Catania – Il Codacons ha depositato un esposto alla Procura della Repubblica di Catania in cui si chiede di indagare per i reati di procurato allarme e abuso di atti d’ufficio a seguito dell’ingiustificato allarme meningite scoppiato negli ultimi mesi. Lo rende noto Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons.

La richiesta del Codacons – afferma l’ avv. Carmelo Sardella Dirigente dell’Ufficio Legale Regionale- è legata al pericoloso allarmismo generato intorno ai casi di meningite registratisi nel territorio nazionale e catanese tra fatti veri e allarmismi inutili ed ingiustificati.

Pur essendo i numeri sull’incidenza della malattia pienamente nella norma, infatti, si è scatenata una corsa ai vaccini che determina non solo spese a carico dei cittadini per decine di milioni di euro, ma anche palesi rischi e discriminazioni tra utenti a seconda della zona di residenza.

“Troppo spesso si alimentano paure ataviche con i mezzi di informazione e purtroppo-  afferma il Codacons – la gravità risiede nel fatto che le stesse istituzioni sanitarie hanno permesso che si amplificasse una vera e propria psicosi di una epidemia che mai si è verificata e che mai si potrà verificare, temporeggiando nel dare informazioni importanti affinché si potesse ristabilire la verità.
A seguito del clamore suscitato dai casi censiti in varie regioni italiane, la corsa spesso ingiustificata al vaccino anti-meningite ha fatto più che raddoppiare il numero delle dosi fornite alle asl sul territorio facendo registrare un + 130% nello scorso mese di dicembre. Tuttavia, si dimentica che le reazioni avverse ai farmaci (raf) sono state indicate nel 2008 come la quinta maggiore causa di mortalità ospedaliera in Europa. “

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button