fbpx
Primo Piano

Alla sanità catanese mancano 500 infermieri

Allarme nella sanità: mancano 500 infermieri. A rischio la salute di operatori e pazienti

Allarme nella sanità siciliania: mancano 500 infermieri. A rischio la salute di operatori e pazienti

Il Nursind, sindacato delle professioni infermieristiche, ha chiesto ed ottenuto di essere ricevuto dalla Commissione regionale alla Salute.

Al centro dell’incontro la carenza d’organico di infermieri e operatori socio sanitari (OSS) nelle strutture ospedaliere siciliane.

I numeri esposti dai rappresentanti sindacali tratteggiano uno scenario inquietante. «Dai dati in nostro possesso nella sola provincia di Catania mancano circa 500 infermieri nella quattro Aziende: Policlinico Vittorio Emanuele, Cannizzaro, Garibaldi e ASP» spiega Vincenzo Neri in rappresentanza della segreteria etnea del Nursind.

Dai dati illustrati in commissione salute emerge che nella sola ASP di Catania la dotazione organica è rimasta quella del 1 gennaio 2017 con un ammanco di 460 unità di personale di comparto di cui 222 infermieri. In termini economici si traduce in un risparmio complessivo di circa 18 milioni di euro l’anno. «In gioco però, c’è la pelle dei lavoratori e dei pazienti» afferma ancora Vincenzo Neri.

A Palermo, in Commissione salute, era presente Salvatore Calamia per il coordinamento Nursind Sicilia. In rappresentanza della segreteria provinciale di Catania sono invece intervenuti Vincenzo Neri, Francesco Di Masi, Lino Pennacchio e Marco Di Bartolo.

All’ospedale Cannizzaro, in diverse unità operative, un infermierie per 18/20 pazienti.

Ciò accade, secondo quanto riferito dal sindacalisti – nei reparti di Cardiologia, Chirurgia Plastica, Ginecologia ed Ostetricia.

Nelle terapia intensiva degli ospedali pare che la situazione sia ancora più carente. In questi raparti il paziente è totalmente dipendente dal personale d’assistenza; qui il rapporto ottimale dovrebbe essere di un infermiere per ogni due pazienti. Accade invece – secondo quanto riferito – che il rapporto sia di un infermiere su tre pazienti se non addirittura di uno su quattro.

Al Policlinico di Catania si rilevano gravi criticità nelle sale operatorie e nei reparti di degenza.

Nelle sale operatorie si registra un abuso cronico del ricorso ai turni in pronta disponibilita ed una approssimativa integrazione del personale infermieristico alle attività multidisciplinari. Ciò scaturisce dall’unione mal riuscita di 3 diverse equipe operatorie provenienti dagli ormai dismessi presidi ospedalieri Vittorio Emanuele e Ferrarotto.

Nei reparti invece, la mancata previsione in dotazione organica di personale OSS porta ad un continuo consapevole demansionamento del personale infermieristico e tecnico. In questa situazione, il personale infermieristico del Policlinico catanese ha già da tempo dichiarato lo stato di agitazione e per il prossimo aprile è già prevista una giornata di sciopero.

«Abbiamo già cominciato a denunciare alle direzioni provinciali del lavoro i casi più gravi di gestione del personale in violazione della legge – avvertono ancora i rappresentanti dei sindacati – proseguiremo, se sarà necessario, ad azioni di protesta ancora più aspre se non arriverranno soluzioni definitive».

Dopo l’audizione del Sindacato Nursind la Commissione si è fatta carico di rappresentare la questione nell’ambito dell’Assemblea Regionale. Già da oggi e stato anche programmato un altro incontro di approfondimento.

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

36 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 18 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente addetto stampa del NurSind Catania, sindacato delle professioni infermieristiche. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker