fbpx
NewsPolitica

Sostituite le matite copiative alla Dante Aligheri

Ultimo Aggiornamento

A seguito della denuncia del consigliere Ludovico Balsamo sono state sostituite diverse matite utilizzate alla scuola Dante Aligheri

—–

La Digos è giunta alla Dante Alighieri, Ludovico Balsamo ha invitato gli agenti a provare la matita su una scheda elettorale, ma i polizziotti sostengono di non poter procedere a tale verifica. Nel frattempo, su 8 sezioni, in due si sono fermate le operazioni di voto. Alla 33 una signora rifiuta di consegnare la scheda elettorale. La prefettura, interpellata dal consigliere, fa sapere che sì le matite sono regolari e del Ministero «ma nessuno vuole mettere nero su bianco che le matite non sono indelebili» afferma Balsamo. Enza Lombardo della confesercenti, che vota anche lei alla Dante Alighieri, si unisce al coro di chi contesta le matite copiative, ha fatto una prova e il tratto è cancellabile.

Il Fatto

Catania – Il consigliere comunale di Catania Ludovico Balsamo (Fratelli d’Italia) si è rivolto alla polizia per denunciare che all’istituto Dante Alighieri di via Cagliari, sede di seggio elettorale per questo referendum costituzionale, si stanno utilizzando matite cancellabili.

«Non sono copiative – denuncia Balsamo – Mi viene riferito da un finanziere di turno nella scuola cui ho chiesto se ieri hanno fatto la prova per verificare che il tratto delle matite fosse indelebile».

Il consigliere comunale è davanti l’uomo della guardia di finanza mentre racconta il fatto al telefono «questo finanziere è pronto a testimoniarlo» dice. Dopo circa 20 minuti ci fa sapere che anche tutte le altre persone presenti al seggio per votare hanno fatto la prova ed effettivamente la matita è cancellabile.

I presidenti hanno chiuso i seggi.

Una matita copiativa è fornita di una particolare mina indelebile e cancellabile solo per abrasione. Le matite copiative sono state utilizzate in tutte le votazioni italiane, a partire dal referendum tra monarchia e repubblica ovvero dal 1946 «ma sembrerebbe – ci fa sapere ancora il consigliere Balsamo – che da qualche elezione le matite non sarebbero più indelebili».

La prefettura sta invece diffondendo la notizia che la “matita copiativa può essere cancellata da un foglio bianco, ma non dalla scheda elettorale”. Intanto ad Acireale la polizia ha dovuto provvedere a chiudere una sezione della scuola Paola Vasta per la segnalazione dell’uso di matite non copiative.

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

36 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 18 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente addetto stampa del NurSind Catania, sindacato delle professioni infermieristiche. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker