fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Crac Aligrup: rinvio a giudizio per Scuto e altre 7 persone

Nuova puntata della vicenda Aligrup, che ha visto come principale protagonista il re dei supermercati Sebastiano Scuto, con l’accusa di bancarotta fraudolenta.

Il Gup di Catania, Giovanni Cariolo, ha rinviato a giudizio otto persone nell’ambito dell’inchiesta della Procura sulla presunta bancarotta dell’Aligrup.

Tra gli imputati due amministratori giudiziari dell’azienda, Salvatore Muscarà e Angelo Giordano, e sei tra amministratori di fatto e di diritto di diverse società collegate: Sebastiano Scuto, la moglie Rita Spina, il figlio Salvatore Michele Scuto, il cognato Domenico Spina, e gli imprenditori Carmelo Frasca e Filippo Tomarchio.

La prima udienza del processo si terrà l’8 maggio del 2019 davanti la prima sezione penale del Tribunale di Catania.

Il Caso Aligrup

Il caso Aligrup copre un decennio della storia giudiziaria catanese. Secondo le indagini, gli illeciti sarebbero avvenuti dal 2005 al 2013.

Dalle indagini della guardia di finanza emersero condotte di distrazione, dissipazione e occultamento di risorse finanziarie della Aligrup, già sottoposta dal 2001 ad amministrazione giudiziaria.

Secondo le accuse, nonostante la Aligrup Spa fosse formalmente gestita dagli amministratori giudiziari nominati dal Tribunale, questa operava nell’interesse della famiglia Scuto. Questo avvantaggiava società appartenenti allo stesso gruppo imprenditoriale o comunque allo stesso riconducibili, fino al dissesto manifestatosi con la domanda di concordato preventivo.

In particolare, emersero varie operazioni commerciali anomale tra Aligrup e alcune società riconducibili alla famiglia Scuto (Fruttexport Srl, K&K Srl, Global Service Srl, Deteritalia Srl e Cedal Srl), mediante le quali sarebbero state realizzate la distrazione e la dissipazione delle risorse finanziarie della Aligrup Spa.

Inoltre, furono state contestate operazioni immobiliari distrattive poste in essere con altre società collegate, che, secondo la Procura, hanno determinato una dispersione di risorse economiche e patrimonio della Aligrup Spa.

Nel 2017, i finanzieri sequestrarono nell’ambito dell’inchiesta oltre 19 milioni di euro. Sequestro poi annullato dal tribunale del Riesame.

Nella vicenda, si sono costituiti parte civile nel processo oltre 100 ex dipendenti Aligrup ed ex K&K

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker