fbpx
SanitáUniversità

Al via lo screening ematico per gli asintomatici

Crimi: "Per avere un quadro clinico più completo"

Da oggi è possibile individuare la presenza di anticorpi del Covid-19 nel sangue, grazie allo screening ematico, un metodo già testato in Cina, avviato nel Laboratorio di ricerca del plesso “Rodolico” del Policlinico dell’Università di Catania.

Il Professore ordinario di Malattie dell’Apparato Respiratorio, Nunzio Crimi ci informa riguardo l’efficacia dello screening.

«Il dato ottenuto tramite lo screening ci permette di definire i casi di polmonite da Covid dai casi di polmonite non-Covid e di individuare i soggetti asintomatici»

Dunque un notevole riconoscimento ancora una volta al centro di ricerca dell’ateneo catanese, in prima linea dall’inizio dell’emergenza Covid-19.

In cosa consiste lo Screening ematico?

«Lo screening ematico- spiega il Professore Crimi- ci permette di ottenere una risposta in 15-20 minuti sulla presenza nel sangue degli anticorpi rivolti al Covid-19.»

Questo dato non sostituisce, ma si integra con quello del tampone.

Infatti, puntualizza Crimi:«L’utilità del dosaggio ci consente, inoltre, un migliore monitoraggio dei pazienti affetti da Covid e anche di individuare i soggetti asintomatici».

«Il Laboratorio ricerca dell’ateneo di Catania- aggiunge il docente- può effettuare anche 100 dosaggi al giorno e ha già avviato una collaborazione con i reparti di Malattie infettive dell’Ospedale San Marco e di Medicina d’urgenza del presidio “Rodolico” del Policlinico».

Identificazione dei soggetti asintomatici

«I portatori sani non presentano alcun sintomo di fatto, ma possono contagiare soggetti sani- precisa il
docente- dunque, il dosaggio mi consente di classificare e di definire l’ipotesi di positività del soggetto
asintomatico».

Inoltre, sottolinea ancora Crimi, che il dato dello screening si compara con i dati sintomatologici relativi al Covid e ai dati laboratoriali quali il tampone, la tac al torace ecc..

G.G.

crediti foto: Sicilia Report

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker