fbpx
CronachePrimo Piano

Al via il Giro di Sicilia, prima tappa ad Avola

Il Giro di Sicilia ai blocchi di partenza. Avrà inizio il 28 settembre.

Dopo 42 anni di assenza, il Giro di Sicilia aveva fatto ritorno a casa nel 2019. Arrestato poi dal covid nel 2020 riprende finalmente e annuncia il suo ritorno grazie all’accordo tra a Regione Siciliana e Rcs Sport.

La nuova edizione de Il Giro di Sicilia, presentata a Palazzo Orleans con la partecipazione del presidente della Regione Nello Musumeci e dell’amministratore delegato di Rcs Sport Paolo Bellino, avrà inizio martedì 28 settembre con una lista di tappe e percorsi estasianti.

Aprendo così la stagione autunnale, torna sotto i riflettori e ci da appuntamento ad Avola con la prima tappa della gara.

Si tratta di una gara di un certo spessore che difatti nel calendario internazionale è considerata tra le più antiche e gloriose corse a tappe italiane.

«Con il Giro di Sicilia, competizione più antica del Giro d’Italia – ha evidenziato il presidente Musumeci – affidiamo al ciclismo di qualità un efficace messaggio di promozione della nostra di Isola».

Il governatore dichiara che l’obiettivo è quello di puntare oltre che al turismo “tradizionale”, ad attrarre turismo di settore ed i flussi legati al segmento sportivo d’eccellenza.

«Per questo siamo pronti ad accogliere, l’anno prossimo, il ritorno del Giro d’Italia. La volontà del governo regionale – aggiunge – è quella di lanciare, anche attraverso eventi così rilevanti, un forte segnale di rivincita e di speranza alle migliaia di persone appassionate di questo antico e popolare sport».

«Questo Giro di Sicilia – sottolinea Paolo Bellino – ha una collocazione molto particolare e secondo noi perfetta nel calendario internazionale. Grazie al lavoro di squadra con la Regione Siciliana stiamo riportando questa corsa agli antichi splendori».

L’amministratore delegato e direttore generale di Rcs Sport asserisce inoltre che quest’anno al via vi saranno Campioni del calibro di Vincenzo Nibali, Chris Froome e Alejandro Valverde che vantano palmares unici al Mondo.

«La Sicilia è una terra straordinaria, come il suo popolo, ricca di tradizione, storia e cultura. La Sicilia è il luogo ideale, in tutte le stagioni, per andare in bicicletta. Questo flusso crea sviluppo al turismo e diventa un volano per l’economia del Paese che le ospita che, grazie alle immagini prodotte dalla Rai, verrà trasmesso nei 5 continenti». Con queste parole Bellino conclude le proprie considerazioni in merito all’imminente inizio della gara.

La prima edizione della gara risale al 1907, prima anche della nascita del Giro d’Italia.

Il Giro di Sicilia ha animato a più riprese il panorama ciclistico italiano con picchi di celebrità quali il 1974 (successo di Roger De Vlaeminck) e il 1977 (Giuseppe Saronni), prima della vittoria a stelle e strisce dell’americano Brandon McNulty nel 2019.

 LE TAPPE

1 Tappa: AVOLA – LICATA 179 KM

2 Tappa: SELINUNTE (CASTELVETRANO) – MONDELLO (PALERMO) 173 KM

3 Tappa: TERMINI IMERESE – CARONIA  180 KM

4 Tappa: SANT’AGATA DI MILITELLO – MASCALI 180 KM

 

I PERCORSI

Tappa n. 1 – AVOLA – LICATA

Tappa ondulata per tre quarti con finale pianeggiante. Partenza dalla costa per un attraversamento dell’entroterra che presenta la scalata dell’unico GPM di giornata a Ragusa con il passaggio a Ibla. Segue una lunga parte a scendere su stradoni prevalentemente rettilinei fino a raggiungere il mare a Gela e proseguire verso l’arrivo.

Ultimi km

Gli ultimi 10 km percorrono la costa con lievi ondulazioni fino alle porte di Licata dove si svolta a sinistra per poi attraversare l’abitato con alcune curve ad angolo retto fino all’ultima che immette nel rettilineo di arrivo in leggera salita.

Tappa n.2 – SELINUNTE – MONDELLO

Tappa caratterizzata da una serie di ondulazioni “facili” nella prima parte. Si scala poi Portella della Ginestra con una serie di salite e discese di un certo impegno fino a raggiungere la costa dopo Partinico. Iniziano quindi gli ultimi 30 km dove si affronta il breve, ma intenso GPM di Carini e le successive parti di avvicinamento a Palermo lungo strade impegnative, in parte in discesa marcata, costellate di rotatorie.

Ultimi km

Finale di tappa con poche semicurve su fondo asfaltato senza ostacoli particolari da segnalare. Rettilineo finale largo 8 m in piano su asfalto.

Tappa n. 3 – TERMINI IMERESE – CARONIA

Tappa che si snoda nell’interno della Sicilia con finale in salita. É una tappa mossa altimetricamente e caratterizzata da un ininterrotto susseguirsi di curve. Si percorrono strade con carreggiata di larghezza variabile e con fondo a volte usurato. Gli attraversamenti cittadini possono presentare tratti in pavé di varia foggia. Dopo Cerda si scala l’interminabile salita della Forcella di Barfuco attraverso “le Petralie” fino nei pressi di Geraci Siculo. Segue una lunghissima discesa che precede il GPM di Pollina (11 km al 6% circa) e poi il breve tratto costiero che porta alla salita finale.

Ultimi km

Ultimi 3 km in salita attorno al 6% con punte superiori lungo una strada che si snoda a tornanti verso il borgo Rettilineo finale di 300 m, largo 6 m in piano su asfalto.

Tappa n. 4 – SANT’AGATA DI MILITELLO – MASCALI

Tappa di alta montagna con arrivo vicino al mare. Si inizia con un tratto costiero per poi scalare il Portella Mandrazzi che porta alle pendici dell’Etna. Successivamente si percorre un breve tratto pianeggiante fino a Linguaglossa e Piedimonte Etneo per scendere fino al mare a Riposto. Si passa una prima volta sulla linea di arrivo per scalare la salita di Sciarra di Scorciavacca (uno dei molti versanti dell’Etna) dalla quale si ritrova la discesa precedente a Piedimonte Etneo. Veloce picchiata a Fiumefreddo di Sicilia e arrivo a Mascali.

Ultimi km

Ultimi km praticamente orizzontali all’interno dell’abitato di Mascali con una ampia svolta a U su due curve distanti fra loro che porta al rettilineo finale in leggera ascesa.

LE SQUADRE AL VIA

Il Giro di Sicilia Eolo, 28 settembre – 1 ottobre (20 formazioni di 7 corridori ciascuna: 5 UCI WorldTeams, 8 UCI ProTeams e 7 UCI Continental Teams)

  1. ISRAEL START – UP NATION
  2. MOVISTAR TEAM
  3. TEAM DSM
  4. TREK – SEGAFREDO
  5. UAE TEAM EMIRATES
  6. ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC
  7. BARDIANI CSF FAIZANE’
  8. CAJA RURAL-SEGUROS RGA
    EOLO-KOMETA CYCLING TEAM
    EUSKALTEL – EUSKADI
  9. GAZPROM-RUSVELO
  10. RALLY CYCLING
  11. VINI ZABU’
  12. AMORE E VITA
  13. D’AMICO UM TOOLS
  14. GIOTTI VICTORIA SAVINI DUE
  15. MG.K VIS VPM
  16. TEAM COLPACK BALLAN
  17. WORK SERVICE – MARCHIOL – DYNATEK
  18. ZALF EUROMOBIL FIOR
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button