CronacheNews

Al via i lavori per il collettore fognario di Aci Castello. Opera pronta in 2 anni

Aci Castello – Dopo 50 anni ora ci vorranno 2 anni ed un mese per vedere pronta l’opera. I lavori del collettore fognario sono iniziati ufficialmente stamattina. L’impianto permetterà di condurre i reflui fognari di Aci Castello, ed una parte di quelli dei comuni di Aci Catena ed Acireale, da Capomulini fino al vecchio allacciante di Catania per il recapito finale al depuratore di Pantano d’arci nella zona industriale di Catania.

infografica La Sicilia
infografica La Sicilia

«L’Area Marina Protetta non è protetta – ha commentato stamattina il sindaco di Aci Castello Filippo Drago – al completamento potremo pensare seriamente ad una protezione del patrimonio marino castellese perchè scompariranno i grossi scarichi a mare “Padre Pio” e “Scardamiano” ma non basta, nella programmazione dei fondi dell’ex Ato che sono all’attenzione dell’Anac è inserito uno stralcio per completare le condotte fognarie secondarie» I tempi per la realizzazione completa della rete fognaria sono lunghi però ed intanto si guarda ai 18 km del collettore.

Il cantiere ha aperto i battenti stamattina dopo un lungo iter approvativo durato circa 11 anni. 13 milioni di euro il costo dei lavori finanziati con fondi del Ministero dell’ambiente, della Regione e dei tre comuni interessati che versano una quota differente in base all’utenza servita. Per Aci Castello si tratta di 1 milione di euro, per Aci Catena ed Acireale di circa 400 mila euro ciascuno.

Ad aggiudicarsi l’appalto che è stato oggetto di ricorsi è stata l’Ati seconda assegnataria, l’associazione temporanea di imprese ha come società capofila la Comer Costruzioni Spa di Santa Venerina.

L’Ati prima della posa della prima pietra ha svolto un lavoro preparatorio, durato mesi, che ha riguardato una mappatura completa di tutti i sottoservizi del comune.

I lavori entreranno a pieno regime, si calcola, dalla prossima settimana ed in questo primo fragente si effettueranno sulla ex Sp 52, via Stazione, in via Angelo Musco alla Scogliera ed in via Scalazza ad Acitrezza.

Si cercherà di evitare i cantieri nelle aree del lungomare durante il periodo estivo per scongiurare l’ulteriore aggravarsi della già difficile situazione della circolazione stradale. «Maggiori ingorghi saranno comunque inevitabili – dichiara ancora Drago – ma pazienza siamo pronti anche a sopportare le eventuali invettive; il collettore fognario è un opera troppo importante. Nel frattempo sarà nostra cura: mia e di ciascun membro della giunta controllare che i lavori siano a pieno regime – aggiunge ancora il sindaco – insomma saremo sul pezzo giornalmente.»

Non è escluso possano esserci intoppi, la metropolitana di Catania docet in tal senso: già da ora, per esempio, si sa che nella zona Vampolieri gli scavi saranno effettuati con la supervisione della soprintendenza. In quest’area potrebbero essere ritrovati reperti archeologi ed in questo caso, sebbene si tratti comunque di una eventuale risorsa per il comune, il cantiere subirebbe una battuta d’arresto.

Intanto il direttore dei lavori l’ingegnere Natale Zuccarello fa sapere che da subito sarà attivato un numero verde a disposizione della cittadinanza per segnalare eventuali anomalie. Mentre già dalla settimana prossima a cura dell’Ati sarà creato un gruppo whatsapp che avrà lo scopo di tenere aggiornata la popolazione sullo stato dei lavori ed eventuali disagi.

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

36 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 18 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente addetto stampa del NurSind Catania, sindacato delle professioni infermieristiche. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.