fbpx
CronachePrimo Piano

Ex mercato ortofrutticolo: dalla sporcizia alla Fiera dei Morti -FOTO

La tradizionale Fiera dei Morti, evento imperdibile nell’agenda siciliana, è stata inaugurata domenica 27 ottobre alla presenza del sindaco Salvo Pogliese e dell’assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo. Quest’anno, però, la pioggia ha giocato qualche brutto scherzo e l’apertura è stata ritardata di un giorno per allerta meteo.

L’evento si svolgerà all’interno dell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena. Proprio qui si estende dunque una vasta area commerciale che ospita gli stand di 130 espositori. A scegliere la location per la Fiera dei Morti proprio l’assessore e il sindaco, a causa dell’indisponibilità del parcheggio Fontanarossa dell’Amt dove la fiera si è  svolta nelle ultime edizioni.

«Ogni anno cerchiamo di migliorare i servizi. Per questo abbiamo approfittato dell’ex mercato, da anni abbandonato, per ripristinare l’illuminazione stradale delle vie attigue, ripulire le caditoie ed eseguire diversi interventi di manutenzione ordinaria. Gli oneri sono, infatti, a carico dell’impresa che si è aggiudicata l’appalto per l’organizzazione. Tra questi, in particolare, la sistemazione dell’impianto dell’illuminazione del padiglione fieristico, che contiamo di utilizzare anche per altri eventi», ha commentato il sindaco Salvo Pogliese. E per recuperare i giorni di ritardo, la Fiera dei Morti sarà prorogata al 4 novembre.

Le condizioni dell’ex mercato prima degli interventi in onore della Fiera dei Morti

Come ben sottolineato dal primo cittadino, l’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena era bisognoso di una moltitudine di interventi. Fino al 24 ottobre, infatti, il sito si presentava come un luogo di desolazione, degrado e sporcizia.

In molti, infatti, dubitavano si riuscisse a organizzare per tempo la tradizionale Fiera dei Morti, a prescindere dall’allerta meteo. Dietro lo scenario festoso, tra stand e luci colorate, fino a pochi giorni fa non mancavano cumuli di spazzatura abbandonati qua e là e folte erbacce. Insomma, una vera e propria discarica a cielo aperto contro l’effettivo potenziale della zona.

 

GALLERY

 

E.G.

Articolo vistato dal Direttore Responsabile

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker