fbpx
NewsSport

Akragas-Catania 3-2. Il pomeriggio dei morti viventi che umilia una città intera

Il Catania perde faccia e partita ad Agrigento, finisce 3-2 per i padroni di casa in una partita horror show che consegna una squadra davvero impresentabile sotto tutti i punti di vista. In superiorità numerica dal 31′ all’80’ i rossazzurri sotto di una rete non riescono ad agguantare il pari ma anzi riescono nella memorabile impresa di sprofondare nel ridicolo e subire altre due reti dal modesto Akragas a cui è bastato sfruttare la pessima condizione atletica e mentale degli etnei per realizzare tre marcature . Le due reti rossazzurre, all’82′ con Falcone e 94′con  Nunzella, a gara ormai compromessa non bastano ad assolvere tecnico e calciatori che continuano a offrire uno spettacolo francamente indegno domenica dopo domenica. I tifosi rossazzurri a questo punto sperano soltanto che questa lenta agonia termini quanto prima, non c’è nessuna paura di giocare tra i dilettanti di fronte al sollievo di non veder più calpestata la dignità di un’intera città.

AKRAGAS-CATANIA 3-2

MARCATORI: 10′ Madonia su rigore, 44′ Di Grazia, 74′ Di Piazza, 82′ Falcone, 94′ Nunzella

AKRAGAS (4-3-3): Maurantonio; Grea, Muscat, Marino, Capuano; Dyulgerov, Vicente (dal 46′ Mauri), Salandria; Di Grazia (dal 48′ Cambiano), Di Piazza, Madonia (dal 89′ Leonetti). All. Rigoli

CATANIA (4-3-3): Liverani; Garufo, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella; Castiglia (dal 51′ Calderini), Agazzi (dal 65′ Lupoli), Di Cecco; Falcone, Calil, Bombagi. All. Moriero.

ARBITRO: Viotti della sezione di Tivoli

AMMONITI: Dyulgerov, Madonia, Falcone, Di Piazza, Pelagatti, Capuano, Bergamelli.

ESPULSI: 32′ Dyulgerov, 85′ Bombagi


Classifica Catania offerta da Livescore.it

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button