fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Aggressione omofoba a Catania, turista olandese aggredito perchè gay

Catania –  Non è certo la vacanza dei suoi sogni e non vede l’ora di lasciare Catania. Un turista olandese di 41 anni è stato aggredito mentre si trovava ad Ognina, circondato da una banda, composta da una quindicina di giovani di età compresa tra 15 e 25 anni, non solo italiani, su degli scooter, che lo hanno circondato e insultato gridandogli “gay… gay…”.

L’episodio è riportato dal quotidiano La Sicilia e ha già suscitato diverse reazioni, per una città considerata notoriamente gayfriendly.  “L’aggressione subita dal turista olandese –  ha dichiarato il sindaco Enzo Bianco –  è un fatto inaccettabile e inammissibile ovunque  ma in particolare a Catania. Un episodio assai grave in una città che si pone all’avanguardia nell’accoglienza, nella tolleranza e nelle libertà individuali, a partire dall’istituzione del registro sulle unioni civili che abbiamo adottato nei mesi scorsi.

Un gruppo di balordi, che spero siano identificati e perseguiti dall’autorità giudiziaria, ha commesso un atto ripugnante per il quale, a nome dell’amministrazione comunale e dell’intera città, chiediamo scusa. Comprendiamo il disagio dell’ospite olandese ma gli diciamo che la città ed i suoi abitanti sono ben altra cosa rispetto a questi violenti che lo hanno aggredito verbalmente e fisicamente. Spero che si possa presto tranquillzare e tornare a visitare la nostra città.

Lo invito in particolare a Palazzo degli Elefanti, lo accoglierò personalmente per dimostrare che Catania e la stragrande maggioranza dei suoi abitanti sono ben diversi dagli stupidi criminali che lo hanno offeso nella dignità e nel fisico”.

Adesso, però, da quanto raccontano i proprietari dell’albergo che lo ospitano, l’uomo non riesce a uscire dalla struttura, nonostante gli amici cerchino di coinvolgerlonelle varie attività.

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker