fbpx
News in evidenzaPolitica

Adrano: le reazioni dei consiglieri sulle dimissioni di Agnese Alberio

Oggi si è dimessa Agnese Alberio, dopo il suo intervento hanno preso parola gli altri consiglieri di maggioranza e opposizione del Comune di Adrano. Ecco le loro dichiarazioni

Adrano (CT) – Dopo le dimissioni di Agnese Alberio (Adrano. si dimette Agnese Alberio), avvenute in seguito ad uno scandalo relativo alla pubblicazione di un video che ha dato luogo al cosidetto “sasizzagate” (Adrano: consiglieri prendono in giro precari), sono arrivate le dichiarazioni degli altri consiglieri presenti nella seduta del Consiglio Comunale tenutosi il 28 giugno 2016.

Fra le dichiarazioni, quelle di Angela Branchina per la quale “ci indigniamo se le cose le facciamo noi, ma le giustifichiamo se le fanno gli altri”. L’ex presidente del Consiglio del Comune di Adrano ha attaccato anche l’attuale Presidente Alessandro Zignale che non si è dimesso malgrado la mozione di sfiducia.

Il consigliere Giuseppe Del Campo, vicecapogruppo di “Area Popolare”, ha riferito di avere visto messaggi di una violenza inaudita rivolti ai protagonisti della vicenda e ha criticato tutte le donne  che sui social hanno attaccato in maniera veemente e con commenti sessisti l’ex consigliera Agnese Alberio.

Per il consigliere di Forza Italia Pippo Alongi è necessario far calmare le acque, ma ha dichiarato che lui e il suo gruppo non accettano lezioni di morale da nessuno. Sempre fra i consiglieri di minoranza, Carmelo Salanitro del gruppo consiliare Symmachia si è dichiarato rasserenato per la scelta delle dimissioni.  Per Giovanni Ricca, invece, il video ha travalicato il consiglio comunale e ha coinvolto l’intera comunità. Per il consigliere Ricca un consigliere deve dar conto anche per ciò che avviene fuori dall’aula. Ricca ha specificato infine che lui e altri 12 consiglieri hanno firmato le dimissioni perché il problema del video della “sasizza”, visto da 40mila utenti, ha coinvolto in primis la città di Adrano e poi il consiglio.

Decisamente  polemica è stata l’uscita della consigliera del Partito Democratico Adele Trovato per la quale “siamo di fronte a vicende personali che però diventano politiche ed è questo il clima che si vuole instaurare nella campagna elettorale”. Per Giuseppe Brio, invece dopo le dimissioni dei due consiglieri è doveroso parlare di altri argomenti e andare avanti. Nato nel 1959, con una lunga carriera politica alle spalle, Brio ha svelato in consiglio anche un messaggio “personale” dicendo che probabilmente non si ricandiderà più.

Infine, la dichiarazione di Salvatore Coco, rimasto, dopo le dimissioni della consigliera Agnese Alberio, l’unico esponente del gruppo consiliare “Impronta”. Dopo aver ringraziato Agnese Alberio per l’onestà intellettuale e il contributo che ha dato, il consigliere Coco ha riferito di “aver assistito in queste settimane ad azioni che di politico hanno ben poco. Non mi sono sorpreso – continua Coco – di quello che è successo perché si ricollega all’humus della politica della nostra città: da settimane si è smesso di fare politica per vedere il sangue. Faccio un appello – conclude Coco – ai miei consiglieri giovani:  se continuiamo così non andiamo da nessuna parte.”

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button