fbpx
News in evidenzaPrimo PianoSenza categoria

Addio al maestro Morricone: la musica lo renderà immortale

È un addio pieno di nostalgia quello per il Maestro delle colonne sonore, Ennio Morricone, che si spegne all’alba di oggi, lunedì 6 luglio 2020, al Campus Biomedico, a Roma, all’età di 91 anni.

“All’alba del 6 luglio si spegne con il conforto della fede, Ennio Morricone” comunica il legale e amico della famiglia, l’avvocato Giorgio Assuma. Una figura pari grado a nessuno, nel mondo della musica e del cinema, una personalità eclettica, che ha reso grande l’Italia, accompagnando con la sua musica alcune delle migliori scenografie cinematografiche mondiali.

Infatti, in 70 anni di carriera, il maestro ha composto 500 colonne sonore, venduto 70 milioni di dischi ed, inoltre, vincitore di ben 2 premi Oscar, di cui uno alla carriera e l’altro per “The Hateful Eight”, regia di Tarantino del 2016, ma ancora di 3 Grammy, 4 Golden Globe, un Leone D’Oro alla carriera, 6 Bafta tra la fine degli anni ’70 fino al 2016, ben 10 David di Donatello, 10 Nastro D’Argento, due European Film Awards e un Polar Music Prize, oltre a tantissimi riconoscimenti minori.

Alcuni dei capolavori musicali di Morricone

Una carriera, quindi, piena di luce spesa nel campo della musica. Ricordando la sua figura è impossibile non citare alcune delle colonne sonore che hanno reso e renderanno la memoria di Morricone immortale. Tra queste:Nuovo Cinema Paradiso, 1988, ricordiamo, in particolare, con Infanzia e Maturità e Tema d’amore per Nata. Ancora, La Tragedia di un Uomo ridicolo, 1981, regia di Bertolucci, con interpretazione di Ugo Tognazzi, dove il Maestro si occupò della musiche della pellicola; La leggenda del pianista sull’oceano, 1998, Morricone compone ben 30 pezzi che gli varranno un Golden Globe nel 2000. Gli intoccabili, 1987, dove creò l’intera colonna sonora; Navajo Joe, 1966, la colonna sonora, inoltre, sarà ripresa da Tarantino in Kill Bill.

La fama internazionale arriva con “spaghetti western” di Sergio Leone con i capolavori: Per qualche dollaro in più, 1965, ricordiamo, in particolare, La resa dei conti, musica straordinaria che accompagna la scena finale dove Clint Eastwood, Lee Van Cleef e Gian Maria Volontè segneranno la storia del cinema western con i loro duelli; Il buono, il brutto, il cattivo, 1966, dove Morricone mette in atto la sua infinita bravura artistica e musicale, nella celebre composizione “l’Estasi dell’Oro”; C’era una volta il West, 1968, regia di Sergio Leone, con le indimenticabili Addio a Cheyenne, L’Uomo con l’Armonica, la collaborazione tra Morricone e Leone continua anche in C’era una volta in America, 1984, imparagonabili, qui, le composizioni di Deborah e la canzone di Cockeye. Ricordiamo, ancora, Malèna, 2000, regia di Tornatore, la colonna sonora impreziosisce ancora una volta le scene del film.

Il genio di Morricone riconosciuto in tutto il mondo

 

 

Inoltre, negli anni ’70 la fama di Morricone è già alle stelle, tanto che viene chiamato per scrivere il tema ufficiale dei mondiali di calcio in Argentina del 1978, mentre l’anno successivo è impegnato con I giorni del cielo di Malick, dove arriva anche la prima candidatura all’Oscar. Nel 2007, invece, riceve l’Oscar alla carriera, consegnatogli men che meno da Clint Eastwood. Ricordiamo, ancora, l’anno 2016 dove Morricone viene scritto sulla celebre Hollywood Walk of Fame sulla stella numero 2574; quello stesso anno, in aggiunta, trionfa nella categoria miglior colonna sonora per le musiche di “The Hateful Night” di Tarantino.

Tuttavia, nonostante fosse a tutti gli effetti un’artista di fama internazionale, il Maestro non reputava nessun’altra città più bella della sua amata Roma, come dichiarò lui stesso: «Una volta il produttore Dino De Laurentiis mi offrì una villa bellissima a Los Angeles, ma rifiutai. Non avrei mai potuto abbandonare Roma. È la città dove sono nato, dove sono cresciuti, a cui si legano moltissimi ricordi. Credo che non potrei vivere in nessun’altra città del mondo»

G.G.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker