fbpx
CronacheNews

Addetti stampa, la risposta dei giornalisti

Dopo la denuncia di Catania Bene Comune sulla legittimità degli uffici stampa al comune di Catania, arriva attraverso un articolo di Cataniapubblica la risposta dei due giornalisti.

“È vero – spiega Iozzia- che ho partecipato al bando per addetto stampa dell’Amt, come penso altri colleghi, così come ho partecipato ad altri bandi (come quello dell’Asp di Siracusa dal quale sono stato escluso perché la mia laurea magistrale non è equipollente… ma qui nessuno ha gridato allo scandalo, o altri dove invece ho ottenuto il “piccolo” incarico) ma è ovviamente anche vero che nessuno in questo caso mi ha garantito o promesso nulla. Penso, temo, invece, che questa bufala sia stata artatamente messa in giro per bruciare le mie possibilità di vincere o forse per fare “saltare” il bando stesso. Probabilmente gli stessi che hanno fatto di tutto per emarginarmi dall’informazione catanese.

Motivo: non lo so. L’unica cosa che so, e credo nessuno possa affermare il contrario, è che ho sempre fatto questo mestiere di giornalista con impegno, correttezza, imparzialità e professionalità senza stare alla corte di nessuno dei potenti di turno. Per quanto riguarda il mio rapporto con Umberto Scapagnini, devo dire che è stato sempre e solo personale, di affetto e stima da parte mia, assolutamente mai politico. Purtroppo questa città non legge e non ricorda visto che sull’argomento ho anche scritto un libro per chiarire tutti gli aspetti degli otto anni di quella sindacatura. Altro non ho da aggiungere se non che se l’Italia si trova al 74° posto al mondo per la libertà di stampa è anche per fatti come quelli che accadono a Catania. Un giornalista in un ente pubblico non è un parassita ma uno strumento per attuare trasparenza e corretta informazione. Comprendo che per alcuni questo appare scomodo e quindi se non si piazza una persona asservita e inquadrata, allora è meglio che non ci sia nessuno”.

Diretto invece Lazzaro Danzuso: “Sono illazioni prive di qualsiasi fondamento”.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker