fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Acireale, tromba d’aria: arrivano 200 mila euro per i progetti di riparazione

 

Dal Dipartimento regionale di Protezione Civile arrivano 200 mila euro dalla per far fronte ai danni causati dalla tromba d’aria del 5 novembre 2015 alle scuole.

Dal capitolo dell’esercizio finanziario 2015, destinato all’emergenza del Comune di Acireale, sono stanziati 43.400 euro per interventi di riparazione e manutenzione straordinaria del plesso Galilieo Galilei, 15.900 euro per interventi di riparazione e manutenzione straordinaria del plesso di Piano D’Api, 87.000 euro per interventi di riparazione e manutenzione straordinaria del plesso Giuseppe Fanciulli e 53.700 per interventi di riparazione e manutenzione straordinaria del plesso Grassi Pasini.

Lo hanno annunciato stamattina in conferenza stampa il sindaco Roberto Barbagallo, l’assessore ai Lavori Pubblici Nando Ardita e l’assessore alla Pubblica Istruzione Adele D’Anna.

«Ringrazio il Dipartimento regionale e il Dipartimento provinciale di Protezione Civile che ci stanno seguendo passo dopo passo. I quattro decreti arrivano oggi solo perché la Regione è tenuta a rispettare dei tempi legati al Patto di Stabilità, non di certo per ritardi nella progettualità,- ha detto il sindaco Roberto Barbagallo-. Sono previsti nei progetti interventi risolutivi delle infiltrazioni di acqua piovana e la sostituzione degli infissi. Manderemo tutto in gara al più presto e speriamo di poter effettuare gli interventi nel periodo delle vacanze natalizie».

«Dovremo effettuare i lavori a cavallo dei due anni per rispondere alle esigenze del Patto di Stabilità, procederemo velocemente perché si tratta di interventi importanti per migliorare ulteriormente la sicurezza delle nostre scuole. Uno dei decreti è per la Grassi Pasini, una scuola storica del centro di Acireale, che merita particolare attenzione e per cui siamo già riusciti ad ottenere un finanziamento importante, – ha ricordato l’assessore ai Lavori Pubblici, Nando Ardita-. Questa piccola somma intanto ci consentirà di effettuare piccoli interventi per la tranquillità delle famiglie e dei direttori didattici».

«Voglio sottolineare l’ottimo lavoro dell’Ufficio Edilizia Scolastica, che è riuscito ad elaborare ed elaborare i progetti con la massima tempestività. Ottimo esempio del fatto che la macchina burocratico- organizzativa dell’ente, se adeguatamente supportata, riesce a produrre grandi risultati in termini di efficienza», ha dichiarato l’assessore Adele D’Anna.

Il sindaco ha inoltre comunicato alla stampa che sul sito del Comune di Acireale è stato pubblicato l’avviso per la richiesta di contributo per gli interventi di riparazione degli edifici privati significativamente danneggiati dagli eventi meteorologici avversi del 05-06-07 novembre 2014. Il primo cittadino ha ribadito che parte delle risorse stanziate dalla Regione Siciliana sarà destinata a contribuire alle spese sostenute dai privati per la riparazione dei danni agli immobili. L’avviso è riservato ai privati che hanno presentato istanza di segnalazione danni nei giorni successivi alla calamità e ai privati i cui immobili conformi alle norme urbanistiche ed edilizie.  I modelli dovranno essere compilati ed inviati alla Protezione Civile comunale, che insieme con la commissione incaricata, valuterà le istanze e procederà alla quantificazione e all’assegnazione del contributo in percentuale al danno riscontrato.

Grande soddisfazione per i quattro decreti di finanziamento ottenuti è stata espressa anche dal deputato regionale Nicola D’Agostino:

«E’ un altro passo avanti importante per la ricostruzione di Acireale.  Presto riusciremo ad archiviare questa emergenza enorme, che siamo riusciti a fronteggiare grazie all’aiuto unico e concreto della Regione e della Protezione Civile, che ringrazio nelle persone del dirigente generale del Dipartimento, Calogero Foti, e del dirigente del Servizio per la Provincia di Catania, Giovanni Spampinato».

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button