fbpx
IntervisteNewsPoliticaPrimo Piano
Trending

Acireale, Stefano Alì e il suo primo anno da sindaco

L'intervista al primo cittadino per tracciare un primo bilancio

Stefano Alì è sindaco di Acireale, eletto con il Movimento 5 Stelle nel 2018 dopo il turno di ballottaggio contro Michele Di Re. Dopo oltre 12 mesi è tempo di un primo bilancio. In città le polemiche non sono mancate in questi mesi, dal Carnevale e le nuove metodologie di accesso ai conti stessi che il Carnevale dovrà sostenere passando per la zona 30 in centro storico e l’aumento della Tari.


Sindaco Alì, la cosa che la sua amministrazione ha realizzato di cui va più orgoglioso?

«La cosa di cui vado più orgoglioso, perché più complessa, è la stabilizzazione di 270 precari. Vedere persone ormai “diversamente giovani” commuoversi dopo una vita di promesse non mantenute mi ha emozionato e ha dato un senso alle enormi fatiche da sindaco».

Quella che ancora non è stata realizzata e di cui sarebbe orgoglioso

«La fermata Cappuccini, che chiaramente richiede tempo».

In città si è sviluppata la polemica in merito all’aumento presunto delle spese per i componenti dell’amministrazione. Farete un passo indietro o nominerete un altro assessore come prevede la legge?

«Ho già predisposto un atto di indirizzo che risolva entrambi i dubbi che vengono sollevati».

La scelta di aumentare la TARI è molto coraggiosa, ma come la prenderà la città? Spesso il servizio non è percepito all’altezza di quello che viene pagato. 

«Il costo diretto del servizio è in diminuzione anche nel 2019. La Legge però impone che la TARI copra integralmente i costi del servizio rifiuti, anche la parte che non è possibile incassare neanche attraverso la riscossione. Questa è una manovra che i sindaci non fanno perchè impopolare, utilizzando però in questo modo i fondi in bilancio per coprire il servizio rifiuti. A discapito di altri interventi che non vengono fatti, manutenzioni, servizi sociali etc. Il servizio mi sembra dignitoso, la scorsa estate Acireale era costellata di microdiscariche. Certo è migliorabile e soprattutto stiamo lavorando per applicare in maniera puntuale il capitolato».

 

Tags
Mostra di più

Vincenzo Barbagallo

Docente sulle nuove tecnologie digitali per Mediaset, Rai e TV2000. Esperto certificato Google Ads. Consulente SEO, Social Media Manager, Media Trainer, Video Editor per diverse testate giornalistiche nazionali e locali. Videomaker e fotoreporter per RCS Corriere della Sera / Corriere del Mezzogiorno, RepubblicaTV / AGF. Ho collaborato con France24 e Ruptly come producer.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.