fbpx
CronacheNewsSenza categoriaSport

Acireale-Sp.Taormina 1-1: granata qualificati con qualche sofferenza di troppo

Nel ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia giocato oggi pomeriggio allo stadio “Tupparello”, l’Acireale pareggia per 1-1 contro lo Sporting Taormina, conquistando la qualificazione alle semifinali della competizione anche in virtù della vittoria per 0-1 della sfida d’andata. Nell’incontro odierno, un Acireale imbottito di seconde linee nella propria formazione titolare, per oltre un’ora ha giocato con il freno a mano tirato, soffrendo per larghi tratti contro uno Sporting Taormina che si è lasciato preferire sul piano della superiorità territoriale e delle occasioni da rete costruite. Facendo il minimo indispensabile, un Acireale tutt’altro che travolgente, ha acciuffato quel pareggio che serviva per passare il turno.

Nel complesso la partita è stata abbastanza scialba, giocata a bassi ritmi e con poche emozioni, con le due formazioni che per lunghi periodi del confronto hanno fornito l’impressione di dosare le energie in vista degli impegni di campionato. Ottenuta la qualificazione, l’Acireale nella semifinale della Coppa Italia giocherà contro la Sicula Leonzio, la quale ha eliminato l’Igea Virtus. Da segnalare a fine partita l’iniziativa festa granata d’autunno, dove calciatori, dirigenti e tifosi dell’Acireale hanno mangiato insieme un panino con la salsiccia, dando vita ad un piacevole momento di aggregazione.

Primo tempo La sfida è molto contratta ed il gioco ne risente anche a causa di un terreno come sempre indecoroso. L’Acireale, forte del vantaggio dell’andata gioca sul doppio risultato e pensa prima di tutto a contenere, lasciando l’iniziativa ad uno Sporting Taormina maggiormente determinato ed aggressivo che tiene in prevalenza il controllo del gioco. I biancazzurri di mister Coppa al 14′ sfiorano il vantaggio con Giannaula; lanciato dalle retrovie, il numero undici salta in dribbling il portiere Di Benedetto, ma spedisce clamorosamente il pallone alto a porta vuota e da posizione ottimale. Il racconto della prima frazione di gioco si chiude praticamente su questo episodio con le due squadre che non affondano e sembrano giocare una classica partita tipica di fine stagione: il Taormina si dimostra superiore sul piano del gioco e della superiorità territoriale, ma l’Acireale gestisce con abilità ed esperienza la partita, andando raramente in difficoltà e non concedendo spazi. Tuttavia, i granata non riescono a costruire azioni e trame offensive degne di nota. Il primo tempo si chiude su un indiscutibile 0-0.

Secondo tempo Nella ripresa l’Acireale soffre maggiormente le iniziative di uno Sporting Taormina voglioso di segnare per rimettere in parità il doppio confronto. Soprattutto nel primo quarto d’ora della ripresa gli acesi vanno in difficoltà e rischiano di subire lo svantaggio in almeno un paio di circostanze. Si arriva così al 63′, quando i taorminesi siglano un vantaggio sembrato meritato per l’andamento totale della partita fino a quel momento. Su un cross dalla sinistra di Urso, Giannaula controlla il pallone, tira in porta, ma trova una respinta di Di Benedetto; sulla corta ribattuta il primo ad arrivare è Battaglia che con un tiro di interno destro segna lo 0-1. Incassato lo svantaggio, l’allenatore dell’Acireale Raciti capisce di dover cambiare qualcosa per segnare il definitivo gol qualificazione ed al 66′ effettua una doppia sostituzione; Fichera e Franchina escono dal campo per lasciare il posto rispettivamente a Cocimano e Truglio. La mossa trasforma l’assetto tattico della squadra che diventa più offensiva, meno bloccata e più incisiva. Infatti, l’ingresso dei due neoentrati da’ all’Acireale determinazione ed intensità di gioco superiori in confronto a prima. Al 76′ si raccolgono i frutti del doppio cambio ed alla prima vera occasione della propria gara, l’Acireale trova il gol del pareggio grazie ad un’azione nata dall’asse Millesi-Contino; su un preciso cross dalla destra di Millesi, all’interno dell’area di rigore Contino in corsa trova la giusta coordinazione e lascia partire uno spettacolare tiro al volo che si insacca in rete per 1-1. In seguito al pareggio, l’Acireale acquisisce sicurezza e gestisce abilmente il punteggio contro uno Sporting Taormina meno brillante. All’89’ l’Acireale sfiora il gol vittoria; il violento tiro di Cocimano respinto da Gulisano finisce sui piedi di Millesi, il quale trova ancora l’opposizione dell’estremo difensore ospite. La gara non ha più nulla da raccontare e dopo quattro minuti di recupero il direttore di gara decreta la fine delle ostilità. Un Acireale infarcito di riserve soffre più del dovuto contro un Taormina quasi in formazione tipo, ma ottiene la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia, ottenendo il massimo con il minimo sforzo.

Tabellino

Acireale-Sporting Taormina 1-1 (0-1 al primo tempo)

Acireale: Di Benedetto, Franchina (66’Truglio), Vittorio, Gatto, Nobile, Cocuzza, Fichera (66’Cocimano), Cacciola, Contino, Millesi, Dadone (46’Russo). In panchina: Romano, Santitto, D’Emanuele, Gambino. All. Raciti.

Sporting Taormina: Gulisano, Orlando, Urso O., Filistad, Trovato, Mancuso (54’Maggioloti), Mannino (84’Rapisarda), Battaglia, Ancione, Giannaula. In panchina: Indiana, Bevacqua, Strano, Abate, Urso U. All. Coppa.

Marcatori: 63′ Battaglia ed al 76′ Contino.

Arbitro: Matarazzo di Siracusa. Assistenti: Spadaro e Agnello, entrambi di Ragusa.

Note: ammoniti: Truglio (Aci). Mannino (Sp). Calci d’angolo: 1-7 per lo Sporting Taormina. Spettatori: circa duecento.

Dichiarazioni post partita

Intervistato nel dopo partita, l’allenatore dello Sporting Taormina Marco Coppa commenta il pareggio e l’eliminazione della sua squadra dalla Coppa Italia: <<Credo che per la gara che si è vista la nostra eliminazione dalla Coppa Italia sia immeritata; soprattutto oggi i miei ragazzi sono stati grandi, meritavamo di vincere, ma purtroppo abbiamo sbagliato alcune occasioni da rete. Al di là dell’eliminazione, resto contento della prestazione della mia squadra perchè abbiamo dominato la partita sul piano del gioco. Oggi ci è mancata solo un pizzico di cattiveria sotto porta>>.

L’allenatore dell’Acireale Ezio Raciti ha commentato la qualificazione della sua squadra alle semifinali della Coppa Italia: <<Io non credo che oggi si sia visto un Acireale deludente; eravamo in vantaggio nel doppio confronto ed abbiamo dato spazio ai calciatori finora meno utilizzati in campionato. A noi interessava prima di tutto qualificarci e ci siamo riusciti anche giocando con il doppio risultato a nostra disposizione. Appena abbiamo alzato i ritmi di gioco abbiamo pareggiato alla prima occasione utile. Millesi? Ancora è al 40-50 % della forma fisica, ma sta già facendo delle buone giocate. Modica? Oggi abbiamo cercato di risparmiare quante più forze possibili perchè domenica a Modica ci aspetta una partita difficile soprattutto sotto l’aspetto agonistico, ma andremo a Modica per vincere>>.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button