News in evidenzaSocietà

Acireale: Santa Venera torna a S.Maria la Scala

Presentato questa mattina ad Acireale il programma dei festeggiamenti in onore di S.Venera, la santa patrona della città; tra le tante novità di quest anno anche una processione che raggiungerà la frazione marinara di S.Maria la Scala.

«quando sono arrivato ad Acireale non c’era un fortissimo senso di attaccamento a questa festa» ha commentato il vescovo della diocesi mons. Antonino Raspanti «adesso, grazie anche alle attività collaterali che piano piano si sono organizzate qualcosa è cambiato; anche per chi non è acese questi giorni devono rappresentare i giorni di Santa Venera, bisogna dedicare l’intero mese di Luglio alla nostra Santa» ha concluso.

Tante dunque le attività collaterali che si svolgeranno durante i giorni della festa: la lettura di alcuni passi della Divina Commedia all’interno della Cattedrale, una “coriandolata” con l’immagine della santa in piazza Giovanni XXIII; un mix di sacro e profano che suscita curiosità e promette una grande partecipazione alla principale festa religiosa della città.

I festeggiamenti della santa patrona di Acireale e dell’intera diocesi avranno inizio il 19 Luglio con lo svolgimento della processione delle reliquie ed entreranno poi nel vivo nei giorni di Martedì 25 e Mercoledì 26 Luglio; la vigilia della festa sarà infatti caratterizzata dal tradizionale giro esterno lungo i quartieri di S.Domenico, S.Biagio, S.Martino ecc… mentre durante il giorno della festa si svolgerà il solenne pontificale ed il tradizionale “giro nobile” del venerabile simulacro della santa martire.

DSC_8496

La grande novità in programma sarà quest anno la processione lungo il sentiero delle Chiazzette fino alla frazione di Santa Maria la Scala; «per motivi di sicurezza e di praticità la santa sarà spogliata dell’oro che indossa e percorrendo il sentiero naturalistico scenderà fino al borgo marinaro, cosa che non succedeva da moltissimo tempo» ha commentato Andrea Patanè, presidente della Deputazione della Reale Cappella di Santa Venera che ha tenuto a sottolineare con quanta trasparenza siano stati organizzati i festeggiamenti, dalla gestione delle luminarie a quella dei fuochi pirotecnici.

«abbiamo avviato un percorso di sinergia con la reale cappella e con sua eccellenza il vescovo che sta dando i suoi frutti, come testimonia l’afflusso di turisti nelle nostre chiese, ormai aperte a tutti anche fino a tarda ora» ha commentato Roberto Barbagallo, sindaco di Acireale «la nostra città sta dando grandi segni di vivacità ed in questo momento è forse la cittadina più attiva dell’intera provincia, sono sicuro che su questa scia la festa di Santa Venera diverrà un momento centrale della programmazione della nostra città» ha concluso.

 

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.