fbpx
Senza categoriaSport

Acireale-Rocca Capri Leone 2-1: le dichiarazioni del dopo partita

Con una prestazione fatta di esperienza e grande lucidità sotto porta, oggi pomeriggio l’Acireale ha superato per 2-1 un ottimo Rocca Capri Leone, formazione oramai ex capolista del campionato venuta allo stadio “Tupparello” per giocare a viso aperto. La cronaca della sfida ha raccontato di un Acireale che, grazie soprattutto alle proprie individualità tecniche, ha fatto la differenza contro un Rocca Capri Leone bravo a mettere in mostra un ottimo gioco di squadra.

Intervistati nel dopo gara, i due allenatori hanno espresso le proprie impressioni in merito all’andamento della partita. Ecco di seguito le dichiarazioni di Santino Bellinvia, alleatore del Rocca Capri Leone:

<<E’ stata una sconfitta immeritata. Io penso che oggi abbiamo dimostrato il nostro valore contro una grande squadra come l’Acireale, una delle favorite alla vittoria del campionato. Noi abbiamo una buona squadra e ci troviamo in alto, ma sappiamo il nostro valore. Ribadisco che oggi si è trattata di una sconfitta immeritata, anche perchè rispetto all’Acireale abbiamo avuto un maggiore possesso palla ed una quantità maggiore di occasioni da rete costruite. Tuttavia, l’Acireale ha delle qualità individuali maggiori che hanno fatto la differenza. Credo che tutti abbiano visto la nostra ottima prestazione e non meritavamo assolutamente di perdere, anche se abbiamo commesso qualche errore perchè abbiamo concesso quel qualcosa che poi ci è costato caro. Ripresa? Abbiamo tenuto maggiormente il pallino del gioco, ma il loro secondo gol ci ha tagliato le gambe. La mia avventura ad Acireale? Senza dubbio per me è sempre bello tornare ad Acireale da avversario. Sinceramente non ho capito qualche coro che i tifosi hanno cantato contro di me, ma io ho la coscienza pulita ed auguro all’Acireale le migliori fortune. La mia esperienza della stagione 2008/2009 ad Acireale non si concluse bene come tutti sanno, ma nel complesso in 22 partite non feci nemmeno una sconfitta e subimmo solo cinque gol, quasi un record. L’unica macchia fu la sconfitta per 1-4 in casa nel ritorno delle semifinali play off contro l’Ostuni dopo che all’andata in Puglia vincemmo per 0-1, ma dopo sette anni non riesco a darmi una spiegazione su quella partita. Obiettivo? Auguro tutto il bene possibile all’Acireale perchè è una grande squadra, per quanto riguarda noi, continueremo a divertirci>>.

Intervistato nel dopo partita, l’allenatore dell’Acireale Ezio Raciti commenta la vittoria della sua squadra in questo modo:

<<Senza dubbio oggi è stata una vittoria sofferta perchè abbiamo battuto una squadra forte, ben messa in campo e ben allenata da un bravo e preparato tecnico come Bellinvia, il quale ha dato la sua impronta alla squadra. Abbiamo battuto la capolista e credo che il Rocca Capri Leone non occupava il primo posto per caso. Loro sono una squadra importante e li abbiamo battuti; peccato solo per il gol subito perchè potevamo evitarlo. Penso che pure il pareggio ci potesse stare e potesse uscirci come risultato per la gara che si è vista, ma non credo che abbiamo rubato qualcosa. Nel primo tempo abbiamo fatto meglio noi, mentre nel secondo loro hanno fatto di più. La gara? E’ stata una partita molto tattica, giocata soprattutto a centrocampo e con frequenti cambi di moduli tattici. I nuovi acquisti? Ancora non sono al meglio, ma hanno fatto bene. Sono calciatori molto validi e ci daranno un aiuto importante. Millesi? Lui ha giocato oltre 400 partite fra i professionisti e se sta bene fisicamente può fare la differenza come nella gara odierna. La partenza di Truglio? Non mi esprimo perchè sono situazioni societarie e non ci entro. Purtroppo, a volte durante il mercato, capita che le società facciano delle scelte dolorose. Calciomercato? Darò una valutazione completa solo dopo che l’organico sarà completato secondo le nostre intenzioni>>.

Intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti, il mattatore dell’incontro Francesco Millesi si è espresso in questi termini: <<Diciamo che sto bene da un punto di vista fisico e sto facendo meglio perchè gioco con continuità, riprendendo il ritmo partita. Non sono al ancora al massimo della condizione, ma sto continuando a lavorare per arrivarci e da questo punto di vista sono sulla buona strada. Inoltre, sto iniziando a capire il funzionamento di questo campionato che è totalmente diverso alle categorie a cui sono abituato a giocare. Le mie condizioni? Sono finora contento delle mie prestazioni, però posso fare meglio perchè non sono ancora al 100%. Sono ancora al 70% perchè mi manca la rapidità ed il cambio di passo, ma nelle prossime settimane conto di essere al meglio. Squadra? C’è un gruppo valido e mi sto ambientando molto bene da tutti i punti di vista. I compagni di reparto? Arena e Conti sono due ottimi calciatori che sanno giocare bene al calcio, mi trovo molto bene a giocare con loro ed entrambi sono stati due acquisti importanti per questa squadra. La mia squalifica? Non meritavo certamente quattro giornate di squalifica perchè non ho fatto nulla di grave per meritarmele, ma mi è dispiaciuto non dare il mio aiuto alla squadra in quel mese circa in cui sono stato assente. Il campo? Quello del “Tupparello” non è un terreno buono perchè fa rallentare troppo la giocata da fare. Diciamo che non è un terreno adatto per farmi esprimere al meglio. E’ un tipo di calcio diverso a quello a cui sono abituato perchè qui c’è molto più agonismo, ma mi sto ambientando al meglio>>.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.