fbpx
Senza categoriaSport

Acireale: oggi nella tana dell’Igea Virtus per agganciare il primato in classifica…

Quella odierna sarà una giornata quasi determinante per le ambizioni di serie D di un Acireale che si reca a Barcellona Pozzo di Gotto per sfidare la capolista Igea Virtus, formazione che si presenta alla partita con due punti di vantaggio sui granata di mister Raciti. La gara, valevole per la 18^ giornata del campionato di Eccellenza girone B, avrà il calcio di inizio fissato alle 15.00 nello stadio “Carlo Stagno d’Alcontres” di Barcellona Pozzo di Gotto. L’arbitro della contesa sarà il signor Matteo Dallapiccola di Trento che verrà affiancato da due assistenti provenienti da Siracusa: Pablo Vasques e Salvatore Runza.

Igea Virtus-Acireale è una classica del calcio siciliano visti gli innumerevoli precedenti fra le due squadre, le quali nel corso dei decenni si sono confrontate soprattutto nei campionati di serie D, ma anche in tornei professionistici di serie C-2 come agli inizi degli anni duemila. L’importanza della sfida ha acceso una grande attesa ed un notevole entusiasmo nelle due città: mentre a Barcellona si attende allo stadio il pubblico delle grandi occasioni, ad Acireale in questa settimana al “Tupparello” c’è stato un grande via vai da parte di molti tifosi che negli ultimi giorni hanno acquistato i biglietti validi per seguire la partita. Al “d’Alcontres” sono attesi circa quattrocento tifosi acesi che partiranno in mattinata per riempire e per colorare di granata il settore ospiti dello stadio barcellonese.

La posta in palio oggi è davvero alta tanto che si prevede una partita parecchio delicata e combattuta: la capolista Igea Virtus con i suoi 36 punti occupa il primo posto in compagnia del Rocca Capri Leone ed affronta un Acireale in grande crescita, una compagine quella granata che grazie alle ultime quattro vittorie consecutive si è riportata al terzo posto a soli due punti di distanza dalla vetta della classifica. Se da un lato la formazione acese con una vittoria avrebbe l’opportunità di superare in classifica l’Igea Virtus, aspettando il risultato fra Rocca Capri Leone ed Atletico Catania per poter festeggiare un’ipotetica conquista del primo posto in classifica, dall’altra parte della medaglia l’Igea Virtus con un successo contro i granata potrebbe distaccare in maniera decisa un avversario scomodo per il primato. L’incontro Igea Virtus-Acireale contiene così al suo interno tanti motivi di interesse in un campionato abbastanza equilibrato che non ha ancora trovato una squadra in grado di imporsi in maniera decisa su tutte le altre, tenendo conto che la prima in classifica cambia praticamente ogni domenica.

L’Acireale si presenta al completo all’appuntamento contro l’Igea Virtus, anche se i granata non potranno contare sul difensore centrale Zappalà e sul centravanti Contino, entrambi ancora squalificati: il primo sconta la terza delle quattro giornate di stop forzato, mentre il secondo dovrà stare fuori per l’ultima delle due giornate di squalifica a lui inflitte dal giudice sportivo.

L’Igea Virtus punterà ancora una volta su un gruppo base di calciatori ben consolidato dalle stagioni precedenti, il quale ha nel fantasista Isgrò il calciatore con maggiori mezzi tecnici. La squadra giallorossa allenata dal tecnico Peppe Raffaele è sicuramente una formazione organizzata, quadrata e ben messa in campo in grado di mettere in difficoltà avversari almeno sulla carta più quotati. I numeri sono dalla parte degli igeani che non perdono una gara di campionato dallo scorso settembre: basti pensare che la squadra barcellonese in queste diciassette giornate di campionato possiede il miglior attacco del campionato con 45 gol fatti, ma anche la miglior difesa viste le sole sette reti incassate.

Dal canto suo, l’Acireale conterà ancora una volta sulla propria solidità collettiva, su un centrocampo dotato di piedi buoni e di ottimi palleggiatori, senza dimenticare le giocate individuali di calciatori importanti come Cocimano e Millesi, i quali in un attimo possono cambiare l’andamento di una partita, uscendo il proverbiale coniglio dal cilindro da un momento all’altro.

Fonte foto: Franco Barbagallo di Acifotopress.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi Anche
Close
Back to top button