fbpx
CronacheNewsNews in evidenzaSocietà

Acireale: nuove sanzioni per chi non rispetta la differenziata

Firmate due ordinanze sindacali che inaspriscono le sanzioni nei confronti di coloro i quali non rispetteranno il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti.

Dopo aver ricevuto infatti i bollettini meteo della protezione civile che segnalano nei prossimi giorni un’allerta caldo di livello 3 (il livello massimo) sul territorio acese, l’amministrazione ha deciso di aumentare i livelli di controllo sul territorio e quelli di repressione dei fenomeni di inciviltà che ultimamente hanno tanto fatto parlare; è di questi giorni infatti una polemica nata sui social network a causa della presenza di numerosi cumuli di sacchetti di spazzatura abbandonati per le vie di Acireale.

«Siamo obbligati ad intervenire in maniera urgente» ha dichiarato il comandante dei vigili urbani, Molino. «Siamo stati allertati dalla protezione civile in merito all’alto rischio di incendi dovuto alle alte temperature dei prossimi giorni, dobbiamo quindi far fronte ad una criticità igienico-sanitaria ecco perché, durante quest’allerta, i trasgressori saranno punibili penalmente».

Rischia quindi, durante i prossimi dieci giorni, una denuncia di tipo penale chi  dovesse abbandonare i propri rifiuti lungo la strada; inasprite invece le sanzioni di tipo economico per chi non dovesse rispettare le norme di conferimento del sistema di raccolta, l’importo della multa per questo tipo di trasgressione è stato infatti modificato e da cinquanta euro potrebbe arrivare fino a seicento.

«Abbiamo già notificato quasi 300 provvedimenti» ci ha detto il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo. «Siamo in un momento particolare e per questo periodo scatteranno nei confronti degli incivili presi in flagranza di reato pesanti provvedimenti, anche di tipo penale».

Continua dunque l’impegno dell’amministrazione acese che nonostante le critiche ricevute non compie nessun passo indietro. «Abbiamo coperto con la differenziata quasi l’ottanta per cento del nostro territorio» ha continuato Barbagallo. «Sapevamo che nel giro di sei mesi non sarebbe stato semplice per Acireale passare al sistema di raccolta differenziata, l’assessore Fichera che ringrazio tantissimo ha da subito messo tanto impegno in questo progetto ed oggi fortunatamente sono tanti, la maggioranza, gli acesi che rispondono positivamente e che rispettano, osservando le norme di raccolta, la nostra città» ha concluso.

 

 

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button