fbpx
CronacheEconomiaNews

Acireale: l’ecotassa per i comuni quanto inciderà sui cittadini?

Le novità che emergono  dalla finanziaria in discussione all’Ars riguardano anche i rifiuti.

La norma istituisce una tassa per i Comuni che non fanno almeno il 65 per cento di differenziata. I proventi andranno sempre a incentivi per la raccolta ecologica.  Per il primo triennio dall’entrata in vigore della presente legge si applica una decurtazione del 30 per cento del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti per i Comuni che realizzano un incremento su base annua almeno pari a 10 punti percentuali della raccolta differenziata ed una decurtazione del 40 per cento del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti per i Comuni che realizzano un incremento su base annua almeno pari a 15 punti percentuali della raccolta differenziata. 12596066_10207136563906564_278829999_n

“Le somme che la regione incasserà da questo tributo –  dice l’assessore all’Energia Vania Contrafatto – saranno destinate ai Comuni che hanno progetti per la differenziata. Per i Comuni virtuosi quindi ci sarà un risparmio e un reinvestimento di risorse”.

Per Acireale pare che non sia proprio così: nonostante la differenziata  in alcune zone sia in via di sperimentazione, la gara d’appalto per i rifiuti è ferma, all’Urega non si conoscono i tempi per poterla espletare ed i cittadini lamentano parecchi disservizi.

Grazie ad un cittadino attento il Sig.Stefano Ali, attraverso delle slide postate sul suo profilo facebook, l’importo che ogni comune pagherà dipende dal livello di raccolta differenziata raggiunto, considerato che ad Acireale la differenziata al momento è sotto il 3%, dai calcoli pur se approssimativi emerge che  al Comune di Acireale costera’ 660.000 €, con un aumento procapite del 6%

Quanto costerà il servizio al cittadino?12784781_10207136563386551_1442169652_n

La promessa dichiara Stefano Ali, in campagna elettorale era: “La raccolta differenziata dovrà arrivare a punte superiori al 70% in meno di 2 anni”.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button