NewsPolitica

Acireale: Il sindaco Barbagallo “il licenziamento dei 15 dipendenti segna il cambiamento”

Acireale – Il licenziamento dei 15 dipendenti comunali  segna il cambiamento dell’amministrazione del Sindaco Roberto Barbagallo.

È una conferenza stampa dai toni bassi quella indetta oggi dal sindaco Barbagallo e dal comandante Molino firmatario del procedimento disciplinare che vede il licenziamento dei 15 dipendenti.

«15 persone sono a casa  – dichiara il sindaco – non ne sono contento e non posso nascondere il mio rammarico, tuttavia mi sento di ringraziare la commissione disciplinare composta da tre elementi compreso il comande Antonino Molino, che proprio stamattina ha apposto la firma sul procedimento disciplinare. Il comandante Molino è egli stesso un dipendente comunale  ed in questo caso sostuisce il capo del personale dirigente  dottore Spinella, estromesso da questo procedimento, in quanto anche lui colpito da un  avviso di accertamento. Ho applicato la legge – conclude Barbagallo – nei termini prescritti. I tribunali faranno la loro strada».

«Di fatto – spiega invece il comandante Molino – il lavoro compiuto dalla commissione disciplinare ha portato all’ applicazione  dell’art 55 quarter del D.lgs.165/2001 (legge Brunetta ) che impone il licenziamento: questo, quando vi è una prova tangibile, ossia i video registrati dalla telecamera installata dalle forze dell’ordine e che hanno dimostrato il reiterarsi di un comportamento che ha portato sia al procedimento penale (ancora in corso ), sia  alla decisione della commissione disciplinare. Oltre a questi quindici dipendenti ve ne sono altri quattro che hanno visto la chiusura delle indagine a loro carico e che al momento sono sospesi dal procedimento disciplinare, in attesa del risultato del processo penale. E’ una condanna a morte  – chiude  Molino – proprio per questa ragione abbiamo valutato con molta attenzione tutti gli elementi, consapevoli che questi dipendenti che non fanno più parte dell’Ente».

Occorre ricordare che sul caso Assenteisti gli indagati erano circa 61 , di questi,  quindici sono quelli colpiti da licenziamento, quattro con  procedimento disciplinare al momento sospeso.  Dei rimanenti dipendenti è ancora tutto in mano alla procura che al momento non ha reso pubblici né i nomi ne le eventuali contestazioni di reato.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.