fbpx
CronacheEconomiaNews

Acireale: “I risultati della differenziata nelle frazioni 61,09%”

In attesa dell’aggiudicazione della gara prevista per il 31 marzo; arrivano i primi risultati della raccolta differenziata nelle frazioni di Acireale, ‘Pennisi e Fiandaca e via Timone Zaccanazzo, a nord di Balatelle’

Dal 12/01/2016, giorno di avvio del progetto pilota, al 21/03/2016 la percentuale del 5%, (indice medio del Comune di Acireale), è schizzata al 61,09%.

I suddetti dati sono stati divulgati stamane nella conferenza stampa a palazzo del Turismo, rappresentano numeri confortanti anche per il raggiungimento dell’obiettivo del 40% ad Acireale, e che comporterebbe per il cittadino uno sgravio in bolletta del 10% sin da subito. Soddisfatti si dichiarano il sindaco Roberto Barbagallo e l’assessore Francesco Fichera

«Non vuole essere una conferenza stampa celebrativa, non pensiamo di aver raggiunto il risultato, ma questa percentuale di partenza ci incoraggia. La scelta dell’Amministrazione di puntare sul servizio porta a porta sperimentato proprio a Pennisi e Fiandaca funziona e da qui si estenderà a tutta la città. Vogliamo ringraziare i residenti delle zone pilota per il bilancio più che positivo, con maturità hanno compreso l’importanza della raccolta differenziata. Il progetto ci ha consentito di restituire decoro a delle zone che erano perenne ricettacolo di microdiscariche di rifiuti, e che oggi sono zone pulite. Va detto inoltre che la percentuale raggiunta non comprende il vetro, che è stato pesato insieme con tutto quello raccolto nel resto del territorio comunale,- ha dichiarato l’assessore Fichera, che ha inoltre annunciato una possibile estensione del progetto-. L’Amministrazione sta valutando la possibilità di estendere al più presto il progetto su via Floridia, via Cantagallo e via Cordovado, nella zona acese di Santa Maria La Stella, dove, dopo l’avvio del porta a porta nel Comune di Aci Sant’Antonio, molti incivili stanno scaricando i loro rifiuti indiscriminatamente».

 «Abbiamo provato in via sperimentale e il risultato è molto soddisfacente, ma dobbiamo insistere ancora, perché dall’analisi non tutti i cittadini hanno risposto, anche se il dato da febbraio a marzo è in netta crescita. Non mi stancherò mai dire che la raccolta differenziata non la fa il Comune o la ditta che gestisce il servizio, ma la fa il cittadino, parte dalle cucine, se le famiglie non cominciano a differenziare lì i rifiuti prodotti non arriveremo mai ai risultati sperati,- ha detto Alfio Agrifoglio-. Siamo sulla strada giusta. La Senesi è sempre ben disposta a collaborare e sono convinto che gli acesi se ben stimolati rispondano».

Alla conferenza oltre al sindaco Barbagallo e all’assessore Fichera, erano presenti il responsabile Senesi, Alfio Agrifoglio, e il direttore del cantiere Senesi di Acireale, Agatino Motta.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button