fbpx
CronacheNews in evidenza

Acireale: corso Italia alto fra oscurità e macerie – FOTO –

L’abbandono, il degrado e l’incuria non conoscono tregua ad Acireale, dove molte zone della città si trovano in una condizione di scarsa sicurezza e di notevole pericolosità per i cittadini. La parte alta del corso Italia sintetizza al meglio questi concetti, come documentato dalla nostra galleria fotografia.

Intanto, il dettaglio che risalta maggiormente agli occhi sono i semafori dell’incrocio fra corso Italia e via Giovanni Verga, i quali nelle ore serali non sono funzionanti per motivi da chiarire; a tal proposito nelle lanterne semaforiche c’è solo il giallo lampeggiante ed il rischio di incidenti automobilistici risulta abbastanza alto.

Altro dato da sottolineare è il marciapiede di destra in condizioni pietose ed oramai ridotto ad un cumulo di macerie dai tempi della tromba d’aria del 5 novembre 2015; soprattutto su questo tratto di strada c’è una indiscutibile situazione di pericolo per tutti coloro che si trovano a passare a piedi, i quali se non prestano la dovuta attenzione possono inciampare e procurarsi dei danni fisici. Nonostante le tante lamentele dei cittadini, quel marciapiede dopo oltre un anno di attese non è stato ancora ripristinato, come a significare un triste quanto improvvisato monumento commemorativo per quel micidiale evento calamitoso che stravolse la tranquillità di Acireale.

Infine, altra situazione da evidenziare è il buio totale della parte alta del corso Italia in entrambi i sensi di marcia; la strada da mesi è priva di illuminazione pubblica da dopo l’incrocio con via Giovanni Verga fino alla svolta con via Lazzaretto. Inutile dire che la citata condizione di oscurità crea disagi a tutti quegli automobilisti che nelle ore serali percorrono la trafficata arteria, la quale rappresenta uno degli ingressi di Acireale soprattutto in questi giorni di carnevale in cui la città è affollata di turisti.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button