fbpx
CronacheNewsNews in evidenzaSenza categoria

Acireale, Coniglio annuncia “Nel 2016 no Carnevale a Gennaio”

Il presidente della Fondazione Carnevale di Acireale, Antonio Coniglio, si esprime sui temi che più da vicino hanno riguardato l’edizione di quest’anno: giuria popolare, quorum, maltempo e discussi prolungamenti, argomenti che hanno agitato fino alla fine la tribuna degli spettatori acesi.

Un giudizio complessivo a conclusione del Carnevale?

Coniglio: “Noi le energie le abbiamo spese tutte, purtroppo il tempo è stato inclemente, quindi evidentemente il tempo ha azzoppato la manifestazione. Siamo pure andati ad oltranza ma ad un certo punto la partita di deve chiudere.”

Sulla questione della giuria popolare, quanti tagliandi della lotteria sono stati venduti?

“I biglietti venduti di persone che hanno partecipato all’estrazione del premio: 8.300 biglietti. Diciamo che non è un numero straordinario, però è il primo anno, quindi siamo soddisfatti perché abbiamo raggiunto la metà.”

Perché a fronte degli 8 mila e passa tagliandi venduti, i voti sono poco meno di 3 mila?

Poco meno di 3 mila perché secondo me ci sono delle questioni. Certamente non ha aiutato il fatto che c’era una sola urna al Palazzo del Turismo e peraltro con il maltempo la gente non si è potuto neanche più orientare per capire dove andare a votare. Poi voglio dire, una giuria popolare funzionerebbe veramente se votassero 17.000 persone.”

Perché stabilire un quorum che si doveva superare per rendere valido il voto popolare?

“Noi abbiamo messo un quorum sul regolamento perché se votano poche persone e può diventare una conta interna fra i carristi o comunque solo fra gli interessati, la giuria popolare diventa molto poco popolare. Questo è il motivo dello sbarramento dei 3 mila, è dato dall’incidenza al 50% della giuria popolare, che è una forte incidenza.”

Quindi il quorum per limitare il peso della giuria popolare.

“Per me la giuria popolare potrebbe valere pure al 70%, a condizione però che ci sia una forte risposta da parte della città. Noi abbiamo messo 3 mila perché era una soglia di sicurezza, per evitare che diventasse soltanto una conta interna nella competizione fra i cantieri.”

Si potrebbe dare risposta a tutti coloro che si sono lamentati del rinvio ai giorni 21 e 22?

“Se tu ti riferisci agli operatori economici e a quelli che hanno affittato le bancarelle, il prolungamento era anche fatto per dare loro la possibilità di recuperare qualcosa. Se anche questo fine settimana siamo stati azzoppati dal maltempo, qui noi possiamo fare poco. ”

“Per quanto riguarda le autorità ecclesiali, ho risposto che ho rispetto per le tradizioni, però è anche vero che il nostro non è un capriccio. Ho apprezzato la riflessione che il Vescovo ha fatto sulla dimensione turistica della manifestazione, sulla possibilità di differenziarla in più parti dell’anno. Poi onestamente la polemica cittadina tra i laicisti da un lato, quella non mi appartiene.”

Nel 2016 il Mercoledì delle Ceneri cade il 10 febbraio: il Carnevale sarà per buona parte a Gennaio, in pieno inverno.

“Il Carnevale il prossimo anno non inizierà a Gennaio. Questa è una certezza. Lo ha detto Viareggio che non farà più Carnevale a Gennaio e non inizierà neanche ad Acireale: non possiamo più rischiare, quindi valuteremo qual è l’opzione giusta. Se due settimane, anziché tre; se poi c’è la necessità di spostarci in un altro momento per differenziarla. Di certo non inizierà a Gennaio il prossimo anno.”

Tags
Mostra di più

Alberto S. Incarbone

21 appena compiuti ed una vita da studente davanti, di fronte a me vedo sempre nuove vie d'uscita. Gioco a fare il giornalista da quasi due anni, collaborando con TRA tv e Il Mercatino, anche se qualche volta mi diletto a fare il cameriere. Amo viaggiare a piedi per la Sicilia, ma soprattutto parlare, parlare con i vecchi. Radio, televisione, carta stampata e web non mi bastano: sogno una terra vergine da esplorare, in cui comunicare col pensiero. Nel frattempo mi trovate in giro ad intervistare qualcuno, sperando di fare domande intelligenti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker