fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Acireale cambia (senso di) marcia. Proclami e dubbi per la nuova viabilità.

Nel bel mezzo di una giornata di mezza estate, Acireale si è risvegliata con una nuova viabilità nel centro storico. Non che la cosa sia stata improvvisa, perché la variazione era stata annunciata per tempo dall’amministrazione, annunciata come la soluzione per risolvere i tanti ingorghi che spesso rallentavano il traffico nel centralissimo corso Savoia.

Intanto, però, giusto per non farsi mancare nulla, nel tratto del corso Savoia a ridosso dell’istituto Spirito Santo sono scomparse le strisce blu della sosta, con grande disappunto dei pochi esercenti della zona, che temano la fuga dei clienti, scoraggiati dalla mancanza del posto auto. E’ già partita una petizione per chiedere al Comune di fare dietro-front.

Nel dettaglio, il nuovo gioco dei sensi unici cancella la possibilità per chi viene da piazza Duomo di immettersi direttamente verso la zona di piazza Dante attraversando l’incrocio di piazza Gusmana. Questo obbliga però gli automobilisti o a fare un lungo giro da via Paolo Vasta, piazza Garibaldi e poi via Caronda, oppure direttamente dal corso Umberto, imboccando via Fabio, corso Savoia e poi via Caronda. Da via Caronda, poi, l’automobilista ha due possibilità: immettersi in via Marchesedi Sangiuliano o verso Nord, o verso Sud, visto che il tratto compreso tra via Paolo Vasta (ora tutta a scendere, in direzione Est, da via Sangiuliano fino a viale Regina Margherita) e la stessa via Caronda è a senso unico in direzione Sud.

L’ordinanza in oggetto – spiega l’amministrazione in un comunicato stampa – ha l’obiettivo di facilitare la circolazione veicolare dell’area eliminando le interferenze derivanti dalle confluenze di più correnti di traffico sul Corso Savoia. Tali inversioni di marcia hanno come benefiche conseguenze: i veicoli provenienti da Corso Savoia, giunti all’intersezione con via Caronda, potranno procedere, senza interferenze, dritto, a destra ed a sinistra; i veicoli provenienti da provenienti da via Marchese di Sangiuliano, giunti all’intersezione con via Paolo Vasta, potranno procedere, senza interferenze, dritto, a destra ed a sinistra. Ulteriore conseguenza è che il tratto di via Caronda (oggetto di modifica) diventa direttrice di traffico per raggiungere piazza Dante per tutti i veicoli, che per il tramite di via Fabio, provengono dalla via Galatea, dal viale Regina Margherita o dalla SS114″.

L’amministrazione ritiene che “la circolazione senza interferenze all’incrocio Paolo Vasta/Marchese di Sangiuliano si ritiene possa avere benefici effetti anche negli orari scolastici”, ma il punto debole di tutto il sistema potrebbe essere proprio quello del periodo scolastico.

L’amministrazione sembra non aver tenuto conto che proprio in via Sangiuliano, nel tratto basso, c’è il Primo Istituto Comprensivo, e che per passare oltre l’incrocio di via Paolo Vasta le due corsie che si vengono a creare con la nuova viabilità devono tornare a essere una: si rischia quindi una strozzatura della circolazione che si rifletterà inevitabilmente su tutto il sistema: su via Caronda, che bloccherà di conseguenza anche il corso Savoia che si voleva liberare. Senza contare che la via Caronda diventa anche un passaggio obbligato per chi da piazza Duomo deve raggiungere la zona delle scuole di piazza Dante. Insomma, il rischio sostanziale è che si sia tolto l’ingorgo da piazza Gusmana per spostarlo pochi metri più a monte, all’incrocio tra via Paolo Vasta e via Sangiuliano.

E’ chiaro che, variati i sensi di marcia l’11 agosto, tutte queste restano solo congetture. . Se ci dovessero essere problemi, l’amministrazione avrà quindi modo per poter fare quale correttivo. Lo fece, del resto, anche quando invertì inopinatamente il senso di marcia del tratto finale di via Ariosto, complicando parecchio la viabilità all’entrata e all’uscita delle scuole. Fu costretta a fare un rapido dietro-front, però adesso la viabilità lì funziona.corso savoia

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker