fbpx
CronacheNewsNews in evidenzaSenza categoria

Acireale Calcio: il presidente Nicola D’Amico aggredito con insulti e sputi

L’incontro odierno Acireale-Palazzolo 0-1, una partita valida per la 24^ giornata del campionato di Eccellenza girone B, non verrà certamente ricordato solo come un semplice evento sportivo. Come accennato in sede di cronaca, allo stadio “Tupparello” il finale di partita è stato molto movimentato con i tifosi acesi che non hanno digerito la sconfitta.

A fare le spese dei concitati momenti di tensione che si sono registrati in tribuna è stato il presidente dell’Acireale Calcio Nicola D’Amico, accusato dai tifosi come il principale responsabile di una stagione la quale secondo i programmi iniziali avrebbe dovuto vedere la squadra granata come probabile vincitrice del campionato.

Il massimo dirigente della società acese, mentre si trovava seduto in tribuna, a fine partita è stato circondato da alcuni pseudo tifosi ed ha subito una pesante aggressione verbale fatta di insulti, sputi in faccia e minacce. Il presidente D’Amico, visibilmente scosso da un episodio che ha sorpassato i limiti della sportività e soprattutto della civiltà, per precauzione è stato accompagnato nell’ambulanza parcheggiata a bordo campo dove ha ricevuto l’assistenza necessaria da parte dei sanitari.

La spiacevole situazione avvenuta va certamente al di là della civile contestazione ed ancora una volta ha macchiato l’immagine di una città di Acireale già travolta dagli scandali dell’ultimo anno. Gli autori della pesante ed incivile protesta nei confronti di D’Amico non sono stati identificati, ma come confermato da alcuni testimoni presenti, non provenivano dalla porzione di tribuna utilizzata dai gruppi della tifoseria organizzata. A tal proposito, gli ultras si sono riuniti fuori dagli spogliatoi dove hanno contestato la squadra ed il tecnico dei granata Ezio Raciti, accusati di una stagione fallimentare sia in base agli importanti obiettivi iniziali che in confronto all’elevato budget economico investito dalla società.

Alcuni pensano che la situazione di una squadra di calcio sia lo specchio di un’intera città, un concetto sicuramente fondato se si va a guardare l’attuale categoria dell’Acireale Calcio e la brutta situazione socio-economica attraversata da una località con tante problematiche in tutti i settori. Tornando agli sputi nei confronti di D’Amico, l’episodio va a dimostrare l’evidente malessere di un’intera comunità come quella acese che riesce a far parlare di se solo per le cose negative.

In casa Acireale dopo la contestazione totale di oggi pomeriggio si aprono nuovi scenari ed al momento non viene esclusa nessuna ipotesi. Domani ci sarà una riunione della società per stabilire le prossime mosse.

Fonte foto: Mimmo Lazzarino dello Sportweb.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button