Sport

Acireale Calcio: derby vinto e Messina affondato

i granata vincono il quinto derby consecutivo ed il Messina ora è senza presidente

Derby dal sapore antico ieri al Tupparello di Acireale, dove per la ventiduesima giornata del campionato di serie D girone I si sono affrontate Acireale e Messina.

Davanti a 2000 spettatori, di cui solamente una scarsa cinquantina provenienti dal capoluogo messinese i padroni di casa si sono imposti per una rete a zero, grazie ad un gol di Manfrelotti nella prima ripresa. Continua così la striscia positiva e mettendo in guai seri i rivali che si trovano adesso nelle sabbie mobili della bassa classifica e con gravi problemi societari.

Il primo tempo vede l’Acireale in vantaggio

Nella prima frazione di gioco il primo brivido è ad opera del Messina che si affaccia in attacco con Arcidiacono, la cui conclusione è deviata in corner dalla difesa granata. La gara prosegue in equilibrio, con i padroni di casa che costruiscono senza riuscire ad affondare. Ci riescono al 28′, quando sugli sviluppi di una punizione calciata dall’ottimo Madonia, Manfrellotti corregge in rete.Trovato il vantaggio gli acesi gestiscono con tranquillità la partita contro un Messina che non sembra reagire. Al 35′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è ancora l’Acireale a farsi pericoloso, sfiorando il raddoppio con Savanarola. Il quale, di testa impegna il portiere avversario ad una respinta miracolosa.

Il secondo tempo dichiara gli acesi vittoriosi

Si va al riposo con i granata in vantaggio. Nella ripresa i ruoli delle squadre sembrano invertirsi: il Messina spinge alla ricerca del pareggio ed in pochi minuti costruisce due buone occasioni. Al 52′ con l’ex Cocimano e poco dopo con Arcidiacono, il migliore in campo dei giallo-rossi. Per buona parte della seconda frazione i peloritani sembrano mettere paura ai granata senza però riuscire ad affondare. Dopo i primi minuti di difficoltà gli undici di mister Romano tornano a controllare la partita, sfiorando ancora il 2-0 con Aprile che sbaglia clamorosamente a due passi dalla porta sparando il pallone alto. Nel finale il Messina non riesce più a pungere. L’Acireale gestisce il vantaggio mettendo in cassa tre punti importanti per centrare l’obiettivo salvezza.

Dopo questa ennesima sconfitta la proprietà del Messina ha lanciato un chiaro appello di crisi. La squadra, infatti, invischiata nella bassa classifica e poco seguita in città rischia di essere lasciata nelle mani del sindaco.

Da sottolineare inoltre la splendida cornice di pubblico del Tupparello, la quale degna sicuramente di categorie superiori. Anche il bel gesto del giallo-rosso Cocimano, ex capitano dell’Acireale non è da meno. A fine gara, il calciatore visibilmente emozionato ha salutato i vecchi sostenitori che gli hanno tributato cori di stima.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.