fbpx
News in evidenzaSport

Acireale Calcio, Caputa: “Siamo un bel gruppo. Dobbiamo continuare così…”

Ultimo acquisto del mercato dicembrino dell’Acireale ufficializzato proprio a poche ore dalla fine della campagna trasferimenti, Giovanni Caputa non ha avuto problemi ad ambientarsi nella sua nuova squadra. Infatti, appena arrivato in granata, il fantasista proveniente dalla Leonfortese è stato subito buttato nella mischia nell’infuocato derby contro il Giarre, sfoderando un’ottima prestazione dato che lo sgusciante giovane esterno offensivo non si è fatto intimorire, entrando nel vivo del gioco e partecipando alle azioni dei due gol che hanno portato gli acesi alla vittoria in quella circostanza.

Passate le festività, Caputa nella vittoria di Viagrande ha confermato quanto di buono aveva fatto vedere a Giarre, mettendo in crisi la difesa avversaria con improvvise accelerazioni palla al piede e con giocate di ottima fattura, fra cui soprattutto quella del tiro vincente che ha portato un’ importante vittoria in casa Acireale. Contattato telefonicamente, Giovanni Caputa ha parlato delle sue prime settimane vissute come calciatore dell’Acireale.

Giovanni, prima di tutto ti chiedo come è nato il tuo arrivo all’Acireale…

<<Diciamo che sono stato attratto dal blasone della piazza perchè Acireale è una realtà calcistica che merita categorie più prestigiose dell’Eccellenza siciliana; in ambito siciliano Acireale per storia ed importanza non ha niente in meno rispetto a realtà come Messina ed Akragas. Conosco l’importanza di una piazza come Acireale dato che negli scorsi anni ci ho giocato contro da avversario. Nel mercato di dicembre mi ha chiamato il direttore sportivo Santo Palma, abbiamo trovato un’intesa ed ho accettato l’opportunità di venire a giocare con l’Acireale, tenendo conto dei progetti ambiziosi della società e tenendo conto del fatto che c’è un organico importante che può fare bene>>.

Conoscevi qualcuno dei tuoi nuovi compagni di squadra? Inoltre ti chiedo come ti sei ambientato all’interno dello spogliatoio…

<<Si, conoscevo alcuni ragazzi come Fabio Arena con cui ho giocato insieme ad Adrano. All’interno dello spogliatoio mi sono ambientato bene; posso dire che c’è un ottimo gruppo al cui interno c’è un’atmosfera molto positiva e siamo tutti uniti per raggiungere l’obiettivo della promozione in serie D. Il nostro è un gruppo in cui, anche chi non gioca o è infortunato, fornisce sempre il proprio contributo come ad esempio Millesi, il quale con la sua esperienza ci aiuta molto e ci sta vicino come avvenuto a Viagrande>>.

Formi il reparto d’attacco con calciatori del calibro di Bellino, Cocimano e Contino. Come vivi questa sana concorrenza?

<<Abbastanza bene. Diciamo che ognuno di noi dà sempre il massimo durante gli allenamenti e poi il mister fa le sue valutazioni su chi schierare in partita. Di certo, posso dire che diamo tutti il massimo e nel nostro gruppo il bene della squadra viene prima di ogni cosa perchè ognuno di noi vuole dare il proprio contributo per il bene dell’Acireale>>.

Mercoledì avete battuto in trasferta lo Sporting Viagrande. Che gara è stata?

<<E’ stata una gara complicata perchè il Viagrande è la tipica squadra ostica di categoria. Abbiamo iniziato male, ma siamo stati bravi a ribaltare il risultato a nostro favore. Credo che la nostra vittoria sia stata meritata perché nell’arco complessivo della partita noi abbiamo fatto di più>>.

Nel secondo tempo hai segnato il gol decisivo della gara. Potresti descrivermi la tua rete?

<<Cocimano mi ha fornito un ottimo pallone dalla destra, io ero sul secondo palo, ho controllato la sfera, mi sono girato, ho tirato in porta ed è andata bene con la palla che, complice una deviazione, è finita in rete>>.

Tenendo anche conto del buon esordio a Giarre, il tuo impatto con la realtà calcistica acese è stato ottimo…

<<Si, confermo. Diciamo che cerco sempre di dare il mio contributo e finora ci sono riuscito>>.

Preferisci andare in serie D tramite il campionato o attraverso la Coppa Italia?

<<Noi cercheremo di fare bene in tutte le partite, ma credo che abbiamo un organico competitivo ed attrezzato per giocarci la serie D su entrambi i fronti. A tal proposito, abbiamo anche la finale di Coppa Italia contro il Mazara, una partita a cui teniamo molto ed in cui vogliamo vincere, ma più avanti penseremo a quest’impegno. Nell’ultimo periodo stiamo facendo bene; noi sappiamo che dobbiamo continuare così come stiamo facendo e dobbiamo proseguire a lavorare ed ad onorare la maglia che indossiamo perchè solo in questa maniera possiamo raggiungere i nostri obiettivi>>.

Domenica ci sarà una partita importante contro la Sicula Leonzio…

<<Si, domenica per noi sarà una partita decisiva e sappiamo che dobbiamo vincere per accorciare ancora di più le distanze sul primo posto. Che Leonzio mi aspetto? Credo che loro arriveranno allo stadio “Tupparello” per giocare a viso aperto dato che, nonostante classifica alla mano potrebbe bastargli anche un pareggio, ci troviamo in un momento del campionato decisivo e quindi una vittoria farebbe bene sia a noi che a loro>>.

Fonte foto: Mimmo Lazzarino dello Sportweb.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi Anche
Close
Back to top button