fbpx
Senza categoriaSport

Acireale Calcio, Arena: “La maglia granata ha sempre il suo fascino”

Reduce dal pareggio per 0-0 ottenuto in trasferta contro il Troina in uno scontro diretto per l’alta classifica, l’Acireale si mantiene al settimo posto in classifica ad un solo punto di distanza dalla zona play off ed a sette lunghezze dalla nuova capolista Rocca Capri Leone. Se da un lato bisogna essere soddisfatti del pareggio a Troina, un risultato ottenuto su un campo difficile contro un’ottima formazione più avanti in classifica, dall’altra parte della medaglia lo 0-0 in terra ennese, per l’Acireale rappresenta senza dubbio un’ennesima occasione persa per inserirsi nella lotta per i vertici della classifica.

Tuttavia, nelle considerazioni del giorno dopo bisogna sottolineare che il risultato di pareggio ci può anche stare dato che la squadra granata, fra arrivi e partenze dal calciomercato, deve cercare dei nuovi equilibri da un punto di vista tecnico-tattico, con i neo acquisti  che devono avere il giusto tempo per inserirsi nello scacchiere di mister Raciti. Come accennato, questo è periodo di calciomercato e l’Acireale si è già mosso, ingaggiando un paio di centrocampisti di qualità come Fabio Arena e Daniele Conti.

Centrocampista classe 1984, Fabio Arena sa ricoprire tutti i ruoli della mediana ed ha un passato di tutto rispetto in categorie superiori fra serie C e D con squadre come Modica, Milazzo, Giarre, Rossanese, Comiso, Vittoria, Adrano, Ragusa, Akragas, Siracusa ed infine Noto, formazione con cui quest’anno ha collezionato 14 presenze in serie D. Contattato telefonicamente, Fabio Arena ha raccontato le sue sensazioni in merito alla sua nuova avventura con l’Acireale.

Fabio, prima di tutto ti chiedo cosa ti ha spinto ad accasarti all’Acireale…

<<Sono stati diversi i motivi che mi hanno convinto ad accasarmi all’Acireale. Intanto, c’è da dire che mi ha sempre stimolato l’importanza ed il blasone di una piazza come Acireale, la quale ha sempre il suo fascino anche in una categoria come l’Eccellenza. Avevo bisogno di nuovi stimoli ed ho sposato il progetto dell’Acireale, scendendo di categoria. Inoltre, nel corso degli anni sono stato diverse volte vicino ad indossare la maglia granata, ma per tanti motivi non era stato possibile>>.

Conoscevi già qualche calciatore di questo organico?

<<Si, conoscevo già molti dei ragazzi presenti in questo organico. Con alcuni ho già giocato in passato, mentre con altri ci siamo incrociati da avversari. Nella squadra e nello spogliatoio mi sono subito ambientato, anche perchè conosco da molti anni il tecnico Ezio Raciti, il suo vice Giovanni Costanzo ed il direttore sportivo Santo Palma>>.

Come è stato ieri il tuo esordio con l’Acireale a Troina?

<<E’ stato un buon esordio per quanto mi riguarda. Potevamo anche vincere perchè abbiamo avuto qualche occasione da rete che poteva essere sfruttata meglio e ci poteva stare anche qualche calcio di rigore a nostro favore, ma al di là di questo va bene così>>.

Domenica prossima ospiterete la capolista Rocca Capri Leone in una gara molto importante per la vostra stagione…

<<Assolutamente si. Contro il Rocca Capri Leone sarà una partita da vincere soprattutto per ritornare a lottare per il primo posto in classifica. Quella contro di loro, sarà la prima di tre sfide fondamentali perchè poi ci sarà il ritorno della semifinale di Coppa Italia a Lentini e poi il derby contro il Giarre, tre partite che diranno molto sul proseguimento della stagione dell’Acireale>>.

Fonte foto: Vincenzo Profeta.

 

 

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button