fbpx
NewsPolitica

Acireale, Barbagallo “ex scuole non si vendono. Calì? Non sa quello che dice”

Le frazioni di Acireale avranno ancora le loro ex scuole dell’infanzia, o per lo meno non saranno vendute. Secondo Barbagallo, infatti, il passaggio da patrimonio indisponibile a disponibile, e cioè l’inserimento nel Piano delle Alienazioni immobiliari, servirà per concedere in comodato d’uso gratuito i locali di Pozzillo e Guardia-Mangano ad associazioni attive nel territorio. Mentre agli scaloti non verrà tolto nulla perché l’ex plesso scolastico è oggetto di finanziamenti europei.

Afferma il primo cittadino acese: “Due di questi immobili, quello di S. M. La Scala credo che lo revocheremo per non incappare in problemi con la Corte dei Conti, si devono trasformare da beni indisponibili a beni disponibili. Ci sono state sentenze della Corte dei Conti che condannano i Comuni che danno gratuitamente alle associazioni: di conseguenza per poterli dare in comodato d’uso li mettiamo in patrimonio disponibile. A Mangano l’associazione dei Carabinieri, a Pozzillo un’associazione locale che ha fatto una convenzione con la vecchia amministrazione.”

Non sarebbe però illogico supporre che i beni trasferiti nel Piano di Alienazione possano essere venduti, dato che essi devono essere o valorizzati o dismessi. E’ anche vero, come scritto nell’art. 58 del DL 112/2018, che il Comune può individuare misure di gestione “alternative, nel rispetto dei principi di salvaguardia dell’interesse pubblico”. Un esempio il comodato d’uso gratuito.

A questo proposito la Corte dei Conti, sezione Veneto, ha espresso qualche dubbio più che esserne d’accordo. Così almeno è quanto espresso nella delibera 33 del 2009, dove si ammette che “il comodato, in quanto contratto gratuito, costituisce una forma di utilizzo infruttifera, e dunque non in linea con la tradizionale redditività dei beni patrimoniali disponibili”. Anche se poi non l’utilizzo di tale pratica non viene negato.

“A S. Maria La Scala – continua Barbagallo – c’è il Cutgana (Università di Catania, ndr) che aveva già una proposta con la vecchia amministrazione” la quale “aveva già elargito circa 30.000 euro. Il Cutgana non ha fatto ancora niente” quindi “abbiamo fatto richiesta di restituirci i 30 mila.” Proposta che fu accordata prima che lo scandalo di malversazione colpisse, nel 2012, il centro universitario.

Inoltre il plesso in questione “non sarà ammesso tra il patrimonio disponibile. Il dirigente dell’area tecnica non ha fatto caso che abbiamo un finanziamento europeo e l’UE ci chiede che per 5 anni resti indisponibile.” Un appalto da circa 700 mila euro iva esclusa pubblicato nel dicembre 2014 e che dovrà essere ultimato a 5 mesi dalla consegna dei lavori. La sua descrizione nel bando di gara è pressoché lapidaria: “lavori di riqualificazione del borgo di S. Maria La Scala” e che comprenderà strade, edifici civili e impianti tecnologici.

Infine la risposta del sindaco al consigliere di Acireale Civica: “Giuseppe Calì non sa quello che dice, doveva informarsi sul fatto. Il Comune non sta vendendo niente. Semmai le vecchie amministrazioni hanno svenduto degli immobili come l’ex Casa dei Combattenti. La polemica è sterile.”

Fu infatti nel 2007 che il circolo di via Ruggero Settimo venne messa all’asta assieme ad altre proprietà.

(Foto sestarete)

Tags
Mostra di più

Alberto S. Incarbone

21 appena compiuti ed una vita da studente davanti, di fronte a me vedo sempre nuove vie d'uscita. Gioco a fare il giornalista da quasi due anni, collaborando con TRA tv e Il Mercatino, anche se qualche volta mi diletto a fare il cameriere. Amo viaggiare a piedi per la Sicilia, ma soprattutto parlare, parlare con i vecchi. Radio, televisione, carta stampata e web non mi bastano: sogno una terra vergine da esplorare, in cui comunicare col pensiero. Nel frattempo mi trovate in giro ad intervistare qualcuno, sperando di fare domande intelligenti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker