fbpx
Cronache

Aci Sant’Antonio sfiora la zona rossa

Sono 121 oggi i soggetti positivi al Covid-19 residenti sul territorio di Aci Sant’Antonio. I contagi in aumento, negli ultimi sette giorni, hanno portato alla fatidica domanda: a breve sarà istituita la zona rossa?

I parametri  stabiliti per le decisioni da adottare in questi casi, che dovrebbero  sorgere a fronte dello sforamento di un tetto di 2,5 soggetti positivi  ogni 1.000 abitanti da registrare nell’arco di una settimana, hanno portato il Commissario ad Acta Giuseppe Liberti ad inviare una  comunicazione al Sindaco, Santo Caruso, facendo presente che alla giornata di ieri si era raggiunto il numero limite di 49 casi per il
territorio.

Ma alla luce della lieve flessione registrata oggi, e di una  serie di considerazioni legate proprio al territorio e alla  distribuzione degli abitanti e degli attuali casi, il primo cittadino ha deciso di non richiedere l’istituzione della zona rossa. Il Comune, dunque, sfiora la zona rossa disponendo però atti ad arginare la crescita di quest’ultimo periodo.

«Ho deciso di non avanzare la richiesta della zona rossa per diversi  motivi – ha dichiarato Caruso – Al di là del calo che abbiamo registrato  già oggi, che chiaramente va considerato un dato da contestualizzare, ho potuto appurare da una verifica accurata che la maggior parte dei soggetti positivi si trovano all’interno di specifici nuclei familiari, e che non c’è una omogeneità di casi sul territorio, che è molto vasto».

Chiuso il mercato settimanale

«Il fatto che non venga richiesto di adottare i provvedimenti restrittivi da zona rossa, però, non significa che prendiamo sottogamba la questione. Già da giorni avevamo posto i numeri sotto la lente d’ingrandimento, e questo ci ha portato a valutare, adesso, la possibilità di attuare una serie di provvedimenti alternativi. Al fine
di evitare la zona rossa, ora, cercheremo di limitare gli assembramenti nelle zone di maggior concentrazione, quelle più votate agli incontri e alle soste: chiuderemo il mercato settimanale e la villa comunale».

Inoltre saranno intensificati i controlli da parte del Comando dei Vigili Urbani.

«La cosa più importante, però, al di là dei dettami e dei modi per provare ad arginare la crescita è il buon senso dei cittadini. I santantonesi si sono già mostrati molto responsabili, permettendo di contenere la diffusione del virus.Faccio adesso un appello affinché in questa fase mostrino la massima collaborazione, dimostrando la stessa maturità che nei mesi scorsi è stata determinante. Noi, da par nostro, monitoreremo costantemente l’andamento dei contagi, nella speranza che i numeri rientrino», conclude il sindaco.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button