fbpx
Politica

Aci Catena, opposizione: amministrazione Oliveri errori su errori

Sterile propaganda anziché affrontare e risolvere i problemi. Aci Catena sempre più sporca. Non si fanno passi avanti. Errori su errori. Con queste parole i Consiglieri di opposizione del comune di Aci Catena lamentano “l’operato” dell’attuale amministrazione.

“Sulla conferenza stampa dell’amministrazione Oliveri, Grasso, Aleo, di oggi 04 aprile 2019 i sottoscritti consiglieri di opposizione fanno rilevare come l’attuale amministrazione che rappresenta la continuità con quella precedente, con questa iniziativa, sottovalutandoli, stia tentando solo di confondere i cittadini catenoti”. È quanto scrivono i consiglieri d’opposizione del comune di Aci Catena in una nota.

A lamentarne la linea amministrativa sono i consiglieri Francesco Petralia, Davide Quattrocchi, Salvo Finocchiaro, Francesco Giannetto, Angela Marano, Rosario Sorbello e Giuseppe Murabito.

Questo, – secondo loro – propinando lucciole per lanterne.

“Governano da 7 anni consecutivi, nel 2012 hanno aumentato la tassa sui rifiuti, il canone idrico e raddoppiato l’IRPEF”, spiegano. “Hanno creato la premessa per disavanzo di milioni di euro e ancora hanno la sfacciataggine di propagandare una misera elemosina con la riduzione di pochi euro l’anno come un successo di buona amministrazione”.

“Si conferma invece come in netta continuità con la precedente amministrazione, – continuano – la maggioranza capitanata da Nello Oliveri, Grasso Giovanni e Aleo Giuseppe continui a muovere le proprie scelte, sulla base di sterile propaganda anziché affrontare e risolvere i problemi”.

“Aci Catena negli ultimi anni è più sporca, non cè più controllo del territorio, uno stato di disagio collettivo che ci sta facendo arretrare in tutti i settori dell’amministrazione”. Proseguono dunque i consiglieri d’opposizione esprimendo tutto il loro rammarico per la situazione.

“Tutto questo non lo diciamo solo noi in quanto opposizione ma basta sentire l’umore che si registra in città per rendersi conto della distanza tra chi amministra e i cittadini”, si legge nella nota.

“Come gruppi consiliari di opposizione abbiamo proposto di utilizzare queste poche risorse per migliorare il servizio, anche perché abbassando indiscriminatamente di pochi euro la tassa, tra l’altro viene agevolato quel 50% di cittadini che ancora non fa la differenziata”, espongono.

“Insomma una maggioranza che da 7 anni accumula errori su errori che molto presto tutta la città pagherà a caro prezzo” concludono i consiglieri di cui sopra.

E.F.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.