fbpx
Cronache

Aci Castello, minaccia turisti con un arsenale “da guerra”

Aci Castello, minaccia alcuni turisti con un arsenale da “guerra”. Finisce in manette un 61enne del posto, responsabile di tentata estorsione e detenzione abusiva di armi. L’uomo aveva allertato le forze dell’ordine sostenendo di essere stato aggredito da un cliente della propria struttura ossia un’abitazione adibita a casa vacanza. Dalle indagini, però, emerge un’altra verità.

Minaccia i turisti con una pistola lanciarazzi

I turisti (una coppia di inglese) raccontano ai Carabinieri che l’uomo si sarebbe presentato da loro per chiedere una somma di denaro non dovuta per l’utilizzo della struttura abitativa. Alla minima rimostranza, inoltre, li avrebbe minacciati presentandosi armato di una pistola lanciarazzi. I due turisti impauriti tentano di difendersi facendolo cadere a terra e chiudendosi in stanza. La perquisizione domiciliare a casa del titolare, effettivamente, fa venire alla luce un vero e proprio arsenale “da guerra”.

All’interno di una cassaforte occultata in un muro, il 61enne, infatti, custodiva oltre alla pistola descritta anche un fucile da caccia a due canne e 3 sciabole di foggia militare. Nel frattempo l’uomo è stato assistito dagli operanti dell’ospedale Cannizzaro che gli hanno diagnosticato un “trauma cranico, ferita sopraccigliare sx, frattura della seconda costa e del d4 della mano sx”. L’arrestato, pertanto, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button