fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Aci Castello, le critiche della Corte dei Conti al bilancio

Durante la scorsa campagna elettorale la coalizione uscente aveva fatto credere a tutti che la situazione era in netto miglioramento ma la realtà dei fatti è diversa, questo è quello che ha detto la Corte dei Conti, sezione di Controllo per la Regione Siciliana, lo scorso luglio.

La Corte dei Conti si è espressa, sia sulla regolarità della gestione amministrativa e contabile che sui sistemi dei controlli interni. Dalla relazione del Sindaco Drago, i magistrati hanno rilevato “… numerose e rilevanti criticità con riferimento ad entrambi i suddetti ambiti di controllo …”.

I punti esposti nello schema di relazione, redatto dalla Corte dei Conti, evidenzia molte problematiche, tra queste:

  1. Mancata riscossione nel semestre di entrate straordinarie;
  2. Concessione di beni in comodato gratuito o altra forma di esenzione dal pagamento di canoni e/o tariffe, evidenziando “… la presenza di contratti di concessione di beni in comodato gratuito o comunque in utilizzo senza la corresponsione di tariffe o canoni a titolo di corrispettivo.”;
  3. Presenza di criticità nella gestione dei servizi pubblici locali con particolare riferimento all’ATO rifiuti;
  4. La mancata verifica della sussistenza dei presupposti di legge per il mantenimento delle partecipazioni;
  5. Il basso grado di realizzazione del Piano Triennale delle opere;
  6. L’elevato numero di giudizi promossi contro l’Ente (50 per ogni semestre);
  7. La mancanza di elementi e valutazioni idonee a supportare i dirigenti nei loro compiti di direzione ed organizzazione;
  8. L’assenza di rapporti ai fini della valutazione delle performance dei dipendenti;
  9. La mancata istituzione di un sistema di controllo sugli organismi partecipati;
  10. La carenza di liquidità ed il ricorso continuo ad anticipazioni di tesoreria, di fatto, risulta che il Comune ha fatto ricorso ripetutamente alle anticipazioni di tesoreria senza provvedere a ricostruire la relativa provvista a fine esercizio.

Sul piano della programmazione, la Corte evidenzia che “… l’ente non si è dotato di un piano generale di sviluppo … utile ed indispensabile strumento di coordinamento per favorire una programmazione in grado di permettere la realizzazione degli indirizzi strategici perseguiti dall’ente …”.

Anche nella spese “L’ente non risulta innanzitutto avere adottato interventi volti a favorire la riduzione delle spese di funzionamento attraverso processi di razionalizzazione e riorganizzazione amministrativa”, evidenziando “criticità nella gestione dei servizi pubblici locali, con particolare riferimento alla gestione del servizio rifiuti”.

A maggio 2014, poco prima delle elezioni amministrative, il Sindaco Drago, riferendosi al suo primo mandato ed alle condizioni economiche dell’ente diceva:

E’ una situazione in netto miglioramento … era un malato in fase terminale, siamo riusciti, siamo stati ottimi medici, l’intera maggioranza … a riportare in vita un malato in fase terminale.”

Il crinale sul quale ci muoviamo, di avere da un lato il baratro del dissesto finanziario e dall’altro il consolidamento del bilancio è una lama sottile e pericolosa …”

Probabilmente, adesso siamo dalla parte sbagliata del crinale e probabilmente le precedenti dimissioni dell’Assessore Gisella Patanè, poi respinte da Drago, erano, molto probabilmente, legate al disavanzo ed all’audizione con i tre magistrati della Corte dei Conti. (https://lurlo.news/assessore-troppo-impegnativo-rimetto-3-deleghe-e-mi-tengo-le-altre/)

A conti i fatti, la situazione non sembra per niente rosea, solo di recente le mense scolastiche sono state chiuse proprio per mancanza di liquidità. La Commissione Bilancio, ancora sta discutendo sul bilancio preventivo 2014. Un bilancio che resta in piedi solo grazie al piano di alienazione dei beni pubblici di dubbia realizzazione.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker