fbpx
PoliticaSenza categoria

Aci Castello contro violenza sulle donne

Fragalà parte sul treno della solidarietà e il comune depone fiori sulla panchina rossa

Sensibilizzare, denunciare, raccogliere fondi

Aci Castello celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Il Comune si fa promotore per il sostegno di chi opera in difesa delle donne maltrattate. L’obiettivo principale è quello di educare le nuove generazioni.

Sono ancora molte le donne sfruttate e maltrattate che subiscono prevaricazioni.

aci castelloFiori sulla panchina rossa

Vicesindaco Orazio Sciacca, presidente del consiglio comunale  di Aci Castello Nando Cacciola, assessore Salvo Danubio, presidente della II commissione pari opportunità Giusi Agosta, questa mattina hanno deposto un mazzo di fiori sulla panchina rossa. La panchina infatti è il simbolo adottato in molte città come emblema per tutte le vittime di femminicidio. Questa è posta in piazza Castello. La cerimonia doverosa e sentita rientra tra le iniziative che hanno visto sviluppare il tema in tutto il mondo. Nonostante sia presente una sola donna tra tre uomini.

Ciò che secondo alcuni è un simbolo per riflettere su un tema delicato come la violenza sulle donne nasce per essere un vero e proprio atto di accusa. Una panchina rossa come fosse macchiata del sangue di tutte quelle donne che avrebbero potuto occuparla e che invece non ci sono più. Vittime spesso mute della brutalità maschile. Quella brutalità che sembra insita nell’educazione di verti uomini e, forse, di una società che vede la donna come proprietà.

L’assessore alle Pari Opportunità Melina Fragalà ha partecipato ad una iniziativa promossa dall’assessorato alla famiglia e alle Politiche Sociali della Regione Sicilina

L’assessore di Aci Castello è infatti salita sul treno della solidarietà contro la violenza sulle donne. Un treno speciale messo a disposizione da Trenitalia diretto a Palermo.

Insieme a lei erano presenti amministratori di enti locali. Donne attive della società civile, imprenditori, artisti, docenti e studenti hanno effettuato un viaggio che percorre le tappe obbligatorie a contrastare il femminicidio.

Il coraggio, la denuncia la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, tutti temi che vogliono costruire una rete che metta insieme sinergie istituzionali, associazioni e cittadini.

Alla Stazione centrale di Palermo una cerimonia solenne ha ricordato le vittime siciliane. A completare l’evento la piantumazione dell’Albero del Ricordo.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker