fbpx
NeraNewsNews in evidenza

Setta di Aci bonaccorsi, coinvolti un sacerdote ed un ex deputato

Catania – Inchiesta 12 apostoli, sesso, religione e agricoltura nello scandalo di Aci Bonaccorsi.

Abuso di minori in una congregazione religiosa ad Aci Bonaccorsi, coinvolti anche l’ex deputato regionale, Domenico ‘Mimmo’ Rotella, marito di Rosaria Giuffrida, una delle tre arrestate, un sacerdote, padre Orazio Caputo e l’ex presidente della congregazione laica di ispirazione religiosa ‘Associazione Cattolica Cultura ed ambiente’, di Aci Bonaccorsi, Salvatore Torrisi, tra gli indagati della vicenda.

Per i tre si ipotizza il reato di favoreggiamento personale. I magistrati avevano chiesto per loro gli arresti domiciliari, ma il Gip li ha rigettati non ritenendo sussistenti i gravi indizi di colpevolezza.

Sarà invece sentito oggi in tribunale Pietro Alfio Capuana, 73 enne implicato nella vicenda di abusi della setta di Aci Bonaccorsi che lo vede come protagonista nel ruolo dell’arcangelo.

L’uomo sarebbe accusato di aver violentato minori, servendosi della funzione religiosa e dell’aiuto complice di Raciti Fabiola, Katia Concetta Scarpignato e Rosaria Giuffrida, persone che al momento si trovano agli arresti domiciliari. Gli abusi sarebbero stati considerati come atti di purificazione.

Come riporta blogsicilia, il legale Mario Brancato sostiene che il suo assistito, ovviamente innocente, sia vittima di “errori di valutazioni giudiziarie”.

“Il Gip non ha tenuto nella giusta considerazione il rapporto dell’ampia attività difensiva attivata dopo la perquisizione disposta dalla Procura, che non ha interrogato il mio assistito. È una persona anziana e malata ha una grave forma di diabete ed è cardiopatico, il suo stato di salute è incompatibile con la detenzione”, avrebbe dichiarato l’avvocato.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button