fbpx
CronacheNews

A Paternò la “Fiera di Settembre” sfiora il Natale…

C’era una volta all’ingresso della Villa di Paternò uno striscione.

Lo striscione venne inserito in occasione della Fiera di Settembre, evento durato 10 giorni, dal 18 al 27 settembre 2015.

Quando lo striscione venne messo era ancora estate e a Paternò  le persone uscivano con le maniche corte, talvolta con le scarpe aperte.

Il 27 settembre la fiera finisce, ma lo striscione rimane, facendo da sfondo alla gente che passeggia mangiando le caldarroste ad ottobre e assistendo alla caducità delle foglie e all’irrigidirsi del clima a novembre.

Infine, a dicembre arriva Santa Barbara e lo striscione ascolta i dibattiti di chi dice: “ci vogliono sputtanare”, “è stato sempre così, ma ci stanno pensando adesso”, oppure “è colpa nostra siamo un paese di m….”

Per quasi tre mesi lo striscione non è stato tolto, fino a quando la pagina facebook “Mauro che fa cose” (il nome Mauro si riferisce al sindaco di Paternò Mauro Mangano n.d.r.) ha sollevato la questione inserendo un post con la scritta Mauro rimandato a Settembre! e la foto:

Paternò Villa
Paternò Villa (Fonte foto: pagina facebook Mauro che fa cose)

Il post, condiviso poi in altri gruppi, ha sollevato molte polemiche e anche qualche commento ironico.

Se il post è stato inserito il 20 dicembre, lo striscione, per casualità o  causalità, è stato tolto il 22 dicembre.

Se il 18 settembre, quando lo striscione venne messo, era ancora estate, con il 22 dicembre, ovvero il giorno in cui lo striscione venne tolto, è iniziato l’inverno.

Estate, autunno e inverno: tre lunghe stagioni per uno striscione che doveva durare solo 10 giorni, se non è record poco ci manca…

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.