fbpx
LifeStyle

A New Green Scenario: cresce la garden culture

Bisogna essere audaci per creare innovazione in Sicilia”. Sono le parole con cui Mario Faro ha dato inizio al convegno internazionale A New Green Scenario, tenutosi sabato 17 ottobre all’interno del parco botanico Radicepura a Giarre. La conferenza si è posta l’obiettivo di rilanciare l’economia ed il turismo del Mediterraneo, ed in particolare della Sicilia, attraverso la cultura del paesaggio.

Un obiettivo ambizioso che si manifesta ancor di più nella presentazione del Radicepura Garden Festival del 2017. Un festival che vuole mettersi in gioco sfidando le più rinomate manifestazioni dedicate al verde per diffondere quella garden culture ancora poco conosciuta in Italia, ma con enormi potenzialità. Eventi come il Chelsea Fringe e il Chelsea Flower Show costituiscono degli appuntamenti imperdibili di respiro internazionale e hanno visto più volte protagonista la paesaggista, nonché ospite d’onore di A New Green Scenario, Sarah Eberle, che ha ispirato tutti i presenti, dimostrando il grande potere attrattivo dei giardini e di come questi possano rappresentare un volano per l’economia e il turismo.

La stessa Sarah Eberle ha condotto anche una Masterclass, tenutasi la domenica successiva all’interno dello Show Room di Piante Faro. Ospiti internazionali del calibro di Christopher Woodward, direttore del Garden Museum di Londra, Tim Richardson, giornalista del Daily Telegraph e Darryl Moore, direttore di Cityscapes, hanno raccontato le loro storie di successo dimostrando come la cultura del garden design riesca a generare innovazione sociale e riscontri economici. Esempio principe è portato da Sir Tim Smit e dal suo Eden Project, prima attrazione turistica dell’Inghilterra per numero di visitatori e la stessa Radicepura, progettata dall’architetto Jordi Bellmunt Chiva, rappresenta un gioiello verde che unisce innovazione, tecnologia e biodiversità.

Adesso l’attenzione è al 2017, anno di inaugurazione del Radicepura Garden Festival. Il forte interesse dimostrato dalle istituzioni e federazioni presenti al convegno e l’entusiasmo del folto pubblico proveniente da tutta Italia sono il segnale che un percorso più green e sostenibile è realmente possibile.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button