fbpx
NewsNews in evidenzaPoliticaPrimo Piano

È croce rossa a Palazzo degli Elefanti

Il Capo di Gabinetto Giuseppe Spampinato ricoverato al Cannizzaro

Si mormora che il capo di Gabinetto, il dott. Giuseppe Spampinato sia stato colpito da un grave malore che lo ha costretto a rivolgersi ai soccorsi dell’Ospedale Cannizzaro dove pare sia stato ricoverato per tre giorni per problemi di pressione.

Il motivo scatenante sembrerebbe essere legato alle reazioni del sindaco Enzo Bianco una volta appreso dell’endorsement del Capo di Gabinetto al consigliere Agatino Lanzafame, attualmente in corsa all’ARS sotto l’egida di Sicilia Futura. A detta delle nostre fonti, il dott. Spampinato avrebbe finanziato la sede elettorale del consigliere sita in via Gabriele D’Annunzio, sede storica della segreteria politica di Giuseppe Spampinato, dove attualmente campeggiano in bella vista i manifesti elettorali del giovane consigliere comunale che rivendica invece la compartecipazione delle spese per la tenuta della segreteria inutilizzata da Spampinato per risparmiare sulla campagna.

A caldeggiare la cordata politica invece, dicono esserci la mano del neoassessore Michele Giorgianni che pare abbia fatto da pontiere per questa operazione, smentita da Agatino Lanzafame.

Una volta appreso il presunto “tradimento” che rievoca il recente abbandono di Alessandro Porto passato in Forza Italia, Bianco avrebbe intimato le dimissioni a Giuseppe Spampinato adducendo motivazioni politiche. Tale richiesta sembrerebbe essere stata la causa scatenante dei problemi di salute del Capo di Gabinetto che nei prossimi mesi dovrà riguardarsi, rallentando l’esercizio delle sue funzioni.

Chi prenderà le sue veci? Il Dott. Massimo Rosso? La dott.ssa Liotta?

Al momento non ci è dato sapere. Certe invece sono le perplessità circa la presunta richiesta del sindaco di dimissioni dall’incarico di Capo di Gabinetto regolarmente vinto con bando/selezione da Giuseppe Spampinato che per altri 9 mesi non può essere sottoposto a pericolo “scugnamento”.

Se confermata la dinamica dei fatti, il primo cittadino dovrebbe guardarsi bene dall’attentare alla salute del dott. Spampinato…

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button