fbpx
CronacheNews

11 sostanze proibite nel rugbista, l’Amatori si dice estranea

Catania – L’Amatori Catania Rugby prende le distanze dall’uso di sostanze dopanti e si dice estranea a quanto accaduto con i suoi due atleti. È stata una giornata amara per il rugby Etneo che, nel peggior modo possibile, ha segnato un record. Uno degli atleti,  Davide Vasta, è stato trovato positivo a ben undici sostanze proibite ad un controllo mirato della Nado Italia.

Il cocktail micidiale di dieci di queste, anabolizzanti, provoca fra l’altro la crescita del seno: l’undicesima, presumibilmente, era ingerita per ridimensionare le ghiandole mammarie. Vasta è stato trovato positivo a una miscela composta da testosterone, boldenone metabolita, drostanolone, mesterolone, metandienone, metasterone, metildienolone, stenbolone metabolita, clomifene metabolita, 19-Noretiocolanolone, 19-Norandrosterone.

Insieme a Vasta, a non superare i test è stato anche Davide Scuderi, per due sostanze proibite, durante un controllo fuori competizione. La società, in una nota sul proprio sito, “condanna fermamente l’utilizzo di qualsiasi sostanza proibita dai regolamenti vigenti ed è dispiaciuta della condotta afferente esclusivamente alla sfera personale dei due tesserati e dunque del tutto estranea al controllo della società”.

L’Amatori Catania Rugby, sottolinea che, però, “rimarrà al fianco dei suoi tesserati, confermando il principio di unione, famiglia e salvaguardia dei suoi ragazzi, nonostante l’errore commesso, in un momento di assoluta difficoltà.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker