fbpx
Sport

Venti minuti per la maglia, settanta per prendere le distanze da Pulvirenti

Saranno sette giorni decisivi, 168 ore di passione per i colori rossazzurri. In ballo il futuro sportivo della società Calcio Catania.

Lunedi alle ore 20,30, in una gara valevole per il secondo turno di Coppa Italia, i rossazzurri affronteranno la Spal. La partita, prevista inizialmente per domenica, è stata posticipata a causa di problemi logistici incontrati dai ferraresi. Il match, al cospetto di una squadra che milita in lega pro (probabile prossima categoria dei rossazzurri), sarà utile a mister Pancaro e ai dirigenti etnei per valutare la reale consistenza e le carenze dell’attuale rosa privata dei big. Lunedi si riaccenderanno le luci dello stadio Angelo Massimino, che sarà aperto soltanto parzialmente: tribuna A e curve.

La tifoseria, calpestata e colpita al cuore dal suo ex Presidente, nonostante prezzi  esorbitanti (Tribuna A 25 euro e Curve a 10 euro), quasi come a voler tenere lontani i supporters etnei visto le probabili contestazioni, sarà come sempre a prescindere da tutto sui gradoni a sostenere i colori rossazzurri ma prenderà nettamente le distanze dalla gestione Pulvirenti. I tifosi della curva Nord hanno infatti annunciato attraverso una nota apparsa sul gruppo “Quando saremo tutti nella nord” che saranno presenti solo per i primi venti minuti sull’anello superiore della curva. Questo il comunicato:

“Lunedì sera, noi gruppi della curva nord saremo come sempre presenti ma questa volta solo per i primi venti minuti di gioco e posizionandoci solo sull’anello superiore della curva. Inviteremo tutti a fare lo stesso.
Il nostro messaggio, rivolto al più basso dei personaggi, sarà esposto nell’anello inferiore della curva.
Il 10 agosto sborseremo questi dieci euro di Coppa Italia senza batter ciglio.
Anche pagando la parcella dell’avvocato di un soggetto da noi odiato e schifato.
Entreremo a casa nostra, calcheremo i nostri gradoni, contesteremo per l’ennesima volta il marcio di certa gente che si ostina a non voler piú andar via e poi usciremo per la nostra dignità, per la gloria della Maglia e per l’onore di questa Città”.

All’indomani del match di coppa Italia si giocherà la partita più importante e difficile della storia del club etneo. Avrà inizio, infatti, martedi alle 10.30 a Roma, il processo sportivo che vede imputato il Calcio Catania con il suo ex presidente Pulvirenti. Quest’ultimo, secondo indiscrezioni, potrebbe subire un Daspo di durata pluriennale che gli vieterebbe di assistere a qualsiasi manifestazione sportiva.

Sul fronte calciomercato ufficiali le cessioni di Schiavi e Sciaudone alla Salernitana. Entrambi hanno firmato un contratto fino al 2018, lasciano Catania a titolo definitivo. In entrata, secondo acquisto della società di via Magenta, si tratta di Loris Bacchetti acquisito a titolo definitivo. Per il difensore classe 1993 contratto fino al 30 giugno 2016. Subito disponibile per la sfida di Tim Cup contro la Spal. Nella passata stagione il calciatore, che può giocare sia da centrale difensivo che da terzino sinistro, ha indossato le maglie della Juve Stabia prima e dell’Ancona poi.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker