fbpx
Primo PianoSport

10mila al Massimino per il Catania. Biagianti e Lodi trascinano i rossazzurri

Davanti a una cornice di pubblico da categoria superiore, la squadra di Sottil batte 3-0 la Vibonese

Tre gol e tre punti per il Catania nell’esordio al Massimino. Davanti a una cornice di pubblico da categoria superiore (quasi 10mila per la prima interna), la squadra di Sottil sconfigge 3-0 la Vibonese.

Il punteggio, però, nasconde qualche ombra sull’effettiva prestazione dei rossazzurri.

Dal punto di vista atletico c’è stata una risposta ancora migliore rispetto a quanto visto a Rende, ma in alcuni frangenti la Vibonese ha attaccato con facilità le linee etnee.

La mancanza di calcio giocato per un mese e mezzo ad eccezione di qualche amichevole si fa sentire. I meccanismi difensivi devono essere ancora ben oliati, ma quanto visto al Massimino fa ben sperare in vista della prossima sfida, la gara esterna contro la Casertana, una delle big del girone.

Ottima spinta sugli esterni con Calapai, Scaglia, Baraye e Manneh, generosi e propositivi in più di una fase della gara.

Adesso 10 partite in 40 giorni tra Coppa Italia maggiore, Serie C e campionato: “Ho un organico che mi permette di cambiare puntando sempre al successo. Siamo il Catania e non possiamo vivacchiare, dunque non c’è alibi che tenga. E lasciamo da parte i discorsi sulla Serie B che non ci è stata assegnata. Adesso si pensa soltanto ai risultati da centrare”.

Decreto legge pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Intanto, sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n.233 del 6 ottobre, è stato pubblicato il decreto legge su Disposizioni urgenti in materia di giustizia amministrativa, di difesa erariale e per il regolare svolgimento delle competizioni sportive.

Il decreto legge che permette “al Coni di avvalersi del patrocinio dell’Avvocatura dello Stato e riserva alla competenza del Tar del Lazio le controversie” su provvedimenti di ammissione ed esclusione da competizioni professionistiche società o sportive, “escludendo la competenza degli organi di giustizia sportiva con l’eccezione di determinati casi in grado di garantire statuizioni definitive entro 30 giorni”.

Tutti i club potranno rivolgersi direttamente alla giustizia amministrativa nel termine perentorio di 30 giorni dalla pubblicazione del testo sulla Gazzetta Ufficiale, cioè da oggi.

TOP&FLOP

Alessandro Marotta – Non ha segnato, ma per il pubblico è stato il migliore in campo. Il suo movimento su tutto il fronte d’attacco, la sua capacità di tenere alta la squadra, recuperare palla e fare sponde per i compagni è apprezzato dai tifosi rossazzuri. Con la chioma fluente e la barba ricorda un altro Alessandro che ha fatto le fortune della squadra etnea nei primi anni 2000: Alessandro Ambrosi.

Luigi Scaglia – Deve ancora entrare in condizione, ma la prestazione dell’esterno (ieri sul tridente sulla trequarti) è stata migliore rispetto a quella contro il Rende.

CATANIA-VIBONESE 3-0

MARCATORI: 29′ Biagianti, 50′ Lodi, 82′ Aya.

CATANIA (4-2-3-1) – Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri, Scaglia (dal 68′ Esposito); Biagianti (dal 86′ Bucolo), Rizzo; Baraye, Lodi (dal 86′ Angiulli), Manneh (dal 79′ Vassallo); Marotta (dal 79′ Curiale). Allenatore: Sottil.

VIBONESE (3-5-2) – Mengoni; Silvestri, Camilleri, Altobello (dal 82′ De Carolis); Franchino (dal 67′ Cani), Collodel (dal 67′ Finizio), Obodo, Scaccabarozzi (dal 82′ Prezioso), Tito; Bubas, Ciotti (dal 51′ Taurino): Allenatore: Orlandi.

ARBITRO: De Santis della sezione di Lecce

AMMONITI: Silvestri, Altobello, Tito, Camilleri

RECUPERO: 1′, 5′.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button